Seguendo l'Equatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Seguendo l'Equatore (Following the Equator - A Journey around the world, 1897) è un diario di viaggio dello scrittore americano Mark Twain.

Nel 1894, Twain si trovava sull'orlo della bancarotta a causa di un investimento fallimentare su una macchina tipografica "rivoluzionaria". Nel tentativo di far fronte a un debito di circa 100.000 dollari (corrispondenti a circa 2.000.000 di dollari odierni), Twain intraprese nel 1895 un lungo viaggio attraverso l'intero Impero Britannico, tenendo lecture in tutte le colonie britanniche.

Following the Equator è il resoconto di questo viaggio. Il testo fornisce una rappresentazione del mondo coloniale della fine del XIX secolo, nel quale Twain non dimentica di smascherare e criticare razzismo, imperialismo e zelo missionario. Fra i passaggi più celebri del libro si possono menzionare il racconto sprezzante dell'incontro di Twain con Cecil Rhodes e l'arrivo di Twain sull'isola di Mauritius.

Celebri restano ancora oggi due aforismi contenuti nell'opera: "L'uomo è l'unico animale che arrossisce. O dovrebbe arrossire." "Ognuno di noi è una luna e ha un lato oscuro che non mostra mai a nessuno."

Edizioni italiane[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]