Segretario di Stato per il Dipartimento del Nord

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Segretario di Stato per il Dipartimento del Nord (in inglese: Secretary of State for the Northern Department) fu una posizione del gabinetto del Regno di Gran Bretagna attiva sino al 1782. Prima dell'Act of Union del 1707, le responsabilità del Segretario di Stato erano unicamente relegate all'area inglese e non a tutta l'area britannica. Anche dopo l'unione, ad ogni modo, continuò ad esserci un Segretario di Stato per la Scozia sino al 1746, anche se l'incarico fu perlopiù vacante.

Prima del 1782 le competenze dei due Segretari di Stato britannici erano ripartite non in base alla materia, come avviene nei ministeri attuali, ma su base geografica. Il Segretario di Stato per il Dipartimento del Sud, che aveva una posizione di preminenza, era responsabile dell'Inghilterra meridionale, del Galles e dell'Irlanda oltre che delle colonie americane (sino al 1768) e delle relazioni con gli stati europei di religione cattolica e musulmana. Il Segretario di Stato per il Dipartimento del Nord invece si occupava dell'Inghilterra settentrionale, della Scozia e delle relazioni coi paesi protestanti d'Europa.

Con la riforma del 1782 il Segretario di Stato per il Dipartimento del Sud divenne Segretario di Stato per gli Affari Interni, mentre il Segretario di Stato per il Dipartimento del Nord divenne Segretario di Stato per gli Affari Esteri.

Durante il XVIII secolo il Segretario di Stato per il Dipartimento del Nord era spesso anche Leader della Camera dei Lords, se membro della stessa.

Segretario di Stato per il Dipartimento del Nord, 1660–1782[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]