Segno di Simmonds-Thompson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Il test o segno di Simmonds-Thompson (alle volte indicato solo con l'uno o con l'altro eponimo), è una manovra semeiologica dell'esame obiettivo dell'arto inferiore che, se positiva, indica una rottura completa del tendine achilleo.

Il segno deve il suo nome a Franklin Adin Simmonds[1] (1911-1983), chirurgo ortopedico del Rowley Bristow Hospital (nel Surrey), ed a Theodore Campbell Thompson[2][3] (1902-1986), direttore del The Hospital for Special Surgery di New York, i quali lo descrissero in maniera indipendente, nel 1957 e nel 1962 rispettivamente.

Tecnica[modifica | modifica sorgente]

L'esaminatore comprime tra le dita il polpaccio del paziente, disteso in posizione prona con i piedi oltre il bordo del lettino; in condizioni normali la spremitura delle masse muscolari provoca la flessione plantare del piede, mentre quando vi è una soluzione di continuo a tutto spessore delle strutture tendinee calcaneari posteriori essa evoca dolore intenso senza alcun movimento del piede.[4][5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Simmonds FA, The diagnosis of the ruptured Achilles tendon in Practitioner, vol. 179, nº 1069, 1957, pp. 56–8, PMID 13453094.
  2. ^ Thompson TC, A test for rupture of the tendo Achillis in Acta Orthop Scand, vol. 32, 1962, pp. 461–5, PMID 13981206.
  3. ^ Thompson TC, Doherty JH, Spontaneous rupture of tendon of Achilles: a new clinical diagnostic test in J Trauma, vol. 2, 1962, pp. 126–9, DOI:10.1097/00005373-196203000-00003, PMID 13920945.
  4. ^ Scott BW, al Chalabi A, How the Simmonds-Thompson test works in J Bone Joint Surg Br, vol. 74, nº 2, 1992, pp. 314–5, PMID 1544978.
  5. ^ Video esplicativo
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina