Segno di Nikolsky

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Il segno di Nikolsky è un segno diagnostico utilizzato in dermatologia per comprendere con esattezza la presenza o meno di una malattia.

Manifestazione[modifica | modifica wikitesto]

Si osserva una facile desquamazione dello strato più superficiale della pelle. Una bolla cutanea compare nel punto in cui è stata esercitata la pressione.

Patologie correlate[modifica | modifica wikitesto]

Lo si osserva nel corso delle diverse varietà di pemfigo,[1] inoltre anche in caso di epidermolisi bollosa, della dermatite esfoliativa dei neonati e della necrolisi epidermica tossica (o Sindrome di Lyell), sottoclasse dell'eritema multiforme.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome lo si deve al medico dermatologo russo Pyotr Nikolsky (1858 - 1940).[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Polifka M, Krusinski PA, The Nikolsky sign in Cutis, vol. 26, 1980, pp. 521-525.
  2. ^ (FR) Farhi D, History of Nikolsky's sign in Rev Prat, vol. 56, 2006, pp. 1618-1621.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary, 6ª ed., New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina