Segno di Kehr

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.

Il segno di Kehr è un dolore acuto localizzato alla spalla dovuto alla presenza, nel cavo peritoneale, di sangue o altri agenti irritanti; si manifesta in posizione di Trendelenburg (decubito supino con gambe sollevate).

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

La scoperta di questo segno clinico è generalmente attribuita al chirurgo tedesco Johannes Otto Kehr, tuttavia non vi è una dimostrazione certa che ne sia realmente l'autore[1].

Significato clinico[modifica | modifica sorgente]

Il segno di Kehr localizzato alla spalla sinistra è considerato una manifestazione clinica della rottura o lezione della milza[2]. Altre cause sono:

Fisiopatologia[modifica | modifica sorgente]

Il segno di Kehr è un classico esempio di dolore riferito: l'irritazione diaframmatica è trasmessa dalle fibre dolorifiche del nervo frenico come dolore localizzato sopra la clavicola. Questo avviene perché i nervi sopraclavicolari hanno la stessa origine, a livello del midollo spinale, del nervo frenico (C3-C4).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Klimpel V, Does Kehr's sign derive from Hans Kehr? A critical commentary on its documentation? in Chirurg, vol. 75, n. 1, 2004, pp. 80–3. DOI:10.1007/s00104-003-0796-2, PMID 14740133.
  2. ^ Rutkow IM, Rupture of the spleen in infectious mononucleosis: a critical review in Arch Surg, vol. 113, n. 6, giugno 1978, pp. 718–20. PMID 655846.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Cordiano, D'Amico, Manuale di chirurgia d'urgenza, Padova, Piccin, 1981. [1]
medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina