Segismundo Casado

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Segismundo Casado López (Segovia, 1893Madrid, 18 dicembre 1968) è stato un militare spagnolo.

Militare di carriera, aderì alla repubblica spagnola durante la guerra civile spagnola. A Madrid tra il 4 e il 13 marzo 1939 assunse ad interim la Presidenza del Consiglio di Difesa Nazionale mediante un Colpo di Stato contro la presidenza del consiglio del socialista Juan Negrín, in funzione fondamentalmente anti-comunista, cercando invano di trattare una resa 'separata' con il Gen. Francisco Franco che stava ormai vincendo la guerra, ma che trovava ancora un'ostinata resistenza nelle formazioni dell'esercito lealista controllate dal Partito Comunista.

Franco fece cenno di accettare la proposta Casado ed in una decina di giorni di scontri, il Col. Casado riuscì a far cessare la resistenza repubblicana fucilando molti ufficiali decisi a non arrendersi al franchismo. Una volta ottenuta la capitolazione d Madrid, Franco fece comunque esiliare lo stesso Casado e complici, procedendo liberamente alla rappresaglia degli ultimi resistenti e dei comunisti. Tornò comunque in Spagna anni dopo.


Controllo di autorità VIAF: 28301899

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie