Seginus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Seginus
Bootes constellation map.png
Classe spettrale A7IIIvar
Tipo di variabile Variabile Delta Scuti
Distanza dal Sole 85 anni luce
Costellazione Boote
Coordinate
Ascensione retta 14h 32m 04,76s
Declinazione +38° 18′ 28,4″
Dati fisici
Raggio medio 3,5 R
Massa
2,5 M
Velocità di rotazione 139 km/s
Temperatura
superficiale
7600 K (media)
Luminosità
34 L
Età stimata 1000 milioni di anni[1]
Dati osservativi
Magnitudine app.
3,02 (min)
3,07 (max)
Magnitudine ass. 0,96
Parallasse 38.29 ± 0.73 mas
Velocità radiale -36.5 km/s
Nomenclature alternative
γgamma; Boötis, 27 Boötis, HD 127762, HIP 71075, SAO 64203

Seginus (Gamma Boötis/ γ Boo / Boötis γ) è una stella nella costellazione di Boote. Ha anche il nome tradizionale di Haris. Seginus deriva dalla latinizzazione del nome greco della costellazione di Boote, Theguius, mentre Haris dalla latinizzazione del nome arabo, Al Haris Al Sama, che significa "la guardia".

Osservazione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una stella situata nell'emisfero celeste boreale. La sua posizione moderatamente boreale fa sì che questa stella sia osservabile specialmente dall'emisfero nord, in cui si mostra alta nel cielo nella fascia temperata; dall'emisfero australe la sua osservazione risulta invece più penalizzata, specialmente al di fuori della sua fascia tropicale.

Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra maggio e settembre; nell'emisfero nord è visibile anche per gran parte dell'autunno, grazie alla declinazione boreale della stella, mentre nell'emisfero sud può essere osservata limitatamente durante i mesi invernali australi.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Seginus è a circa 85 anni luce di distanza dalla Terra. Si tratta di una gigante bianca appartenente alla classe spettrale A7III. È una variabile di tipo Delta Scuti e la sua luminosità varia da 3,02 a 3,07 in un periodo di 6,97 ore[2]. È anche una stella binaria; a 0,02 secondi d'arco si trova una stella di piccola massa che, a quella distanza, dista nella realtà 1,8 UA. A circa 30 secondi d'arco si trova una terza stella di magnitudine 12,7, che non pare legata gravitazionalmente alla principale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Characterization of dusty debris disks (Rhee+, 2007)
  2. ^ AAVSO International Variable Star Index VSX (Watson+, 2006-2012) AAVSO

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]