Sebastiano dell'Apparizione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sebastiano dell'Apparizione

Sebastiano dell'Apparizione (A Gudiña, 20 gennaio 1502Puebla de los Ángeles, 25 febbraio 1600) è stato un religioso francescano spagnolo, proclamato beato da papa Pio VI il 17 maggio 1789.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Galizia da una povera famiglia di contadini, si trasferì trentenne in Messico in cerca di fortuna: riuscì ad accumulare un cospicuo patrimonio, ma visse sempre in maniera ritirata, dedicandosi alle opere di pietà e alle pratiche religiose.

In tarda età decise di sposarsi con una donna più giovane, solo per avere assistenza in vecchiaia e con l'intento di vivere in castità; la moglie morì presto ed egli contrasse nuove nozze, ma anche la seconda sposa si spense pochi mesi dopo il matrimonio.

Consigliato dal confessore, a settant'anni donò i suoi terreni alle clarisse e i denari ai poveri ed entrò nell'ordine francescano. Emise i voti solenni nel 1574.

Fu assegnato al convento di Puebla, dove svolse l'incarico di questuante.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Guido Pettinati, I Santi canonizzati del giorno, vol. II, Edizioni Segno, Udine 1991, pp. 263-268.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie