Seamus Elliott

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Seamus Elliott
Seamus Elliott 1963b.jpg
Dati biografici
Nazionalità Irlanda Irlanda
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Ritirato 1970
Carriera
Squadre di club
1956-1961 Helyett Helyett
1962-1964 Saint Raphaël Saint Raphaël
1965 Ford France Ford France
1966-1967 Mercier Mercier
Nazionale
1956-1966 Irlanda Irlanda
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg  Mondiali
Argento Salò 1962 In linea
 

Seamus Elliott (Dublino, 4 giugno 1934Dublino, 4 maggio 1971) è stato un ciclista su strada irlandese. Professionista dal 1956 al 1970, fu medaglia d'argento ai mondiali su strada 1962.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Elliott fu gregario di Anquetil, ma riuscì a ottenere anche diverse vittorie come l'Het Volk del 1959, il suo successo più importante, e tappe nei tre grandi giri (fu pure terzo nella generale alla Vuelta a España 1962). Ai mondiali del 1962 conquistò la medaglia d'argento: dopo essere rimasto a lungo in fuga solitaria venne raggiunto e battuto dal francese Jean Stablinski che si fregiò dell'iride.

Dopo essersi ritirato nel 1966, dopo dieci anni di professionismo, aprì un'officina nella sua Dublino, tornando a casa dopo una carriera spesa soprattutto in Francia. Proprio in quella officina fu trovato morto il 4 maggio 1971: l'inchiesta concluse che trattavasi di suicidio.[1]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

3ª tappa Tour de Sud-Est
Grand Prix de "L'Echo d'Alger"
Grand Prix Catox
Grand Prix d'Isbergues
Circuit de La Vienne
2ª tappa Quattro Giorni di Dunkerque (Dunkerque > Dunkerque)
3ª tappa Quattro Giorni di Dunkerque (Dunkerque > Dunkerque)
Omloop Het Volk
Grand Prix de Denain
Grand Prix de Nice
Man'x Trophy
Trophée Stan Ockers - Trophée Peugeot
18ª tappa Giro d'Italia (Trieste > Belluno)
2ª tappa Quattro Giorni di Dunkerque
4ª tappa Vuelta a España (Valencia > Benidorm)
13ª tappa Vuelta a España (Tarragona > Valencia)
Classifica generale Tour du Morbihan
Man'x Trophy
Grand Prix de Saint Raphael
Grand Prix d'Esperaza
Classifica generale Tour de l'Oise
Grand Prix d'Orchies

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

Trofeo Longines

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi Giri[modifica | modifica sorgente]

1959: 40º
1960: 68º
1961: ritirato
1956: ritirato (4ª/2ª tappa)
1958: 48º
1959: fuori tempo (14ª tappa)
1961: 47º
1963: 61º
1964: fuori tempo (14ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica sorgente]

1956: 44º
1958: 10º
1959: 32º
1964: 35º
1957: 7º
1959: 9º
1960: 15º
1957: 18º
1958: 20º
1959: 12º
1960: 11º
1964: 38º
1965: 29º
1958: 27º
1959: 21º
1960: 31º

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Copenaghen 1956 - In linea: 14º
Reims 1958 - In linea: 22º
Zandvoort 1959 - In linea: 22º
Karl-Marx-Stadt 1960 - In linea: 17º
Berna 1961 - In linea: ritirato
Salò 1962 - In linea: 2°
Ronse 1963 - In linea: 26º
Sallanches 1964 - In linea: 19º
San Sebastián 1965 - In linea: ritirato
Nürburgring 1966 - In linea: 15º

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Angelo Zomegnan, Rino Negri, E adesso Gimondi spinge Pantani in archiviostorico.gazzetta.it, 10 luglio 1998. URL consultato il 20 giugno 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]