Se permettete parliamo di donne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se permettete parliamo di donne
Se permettete parliamo di donne.png
Vittorio Gassman e Eleonora Rossi Drago in una scena del film
Titolo originale Se permettete parliamo di donne
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1964
Durata 108'
Colore B/N
Audio mono
Genere commedia
Regia Ettore Scola
Soggetto Ruggero Maccari, Ettore Scola
Sceneggiatura Ruggero Maccari, Ettore Scola
Produttore Mario Cecchi Gori
Casa di produzione Concordia Compagnia Cinematografica
Fotografia Alessandro D'Eva
Montaggio Marcello Malvestito
Musiche Armando Trovajoli
Interpreti e personaggi

Se permettete parliamo di donne è un film a episodi del 1964 diretto da Ettore Scola, qui al suo esordio alla regia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

1º episodio

Nella campagna siciliana, una ragazza impaurita nella propria casa da un uomo armato di lupara, gli si offre in assenza del marito, mentre in realtà l'uomo si era presentato per restituire l'arma proprio al marito.

Interpreti:

  • Lo sconosciuto: Vittorio Gassman
  • La moglie devota: Maria Fiore
2º episodio

Alvaro, un dipendente del Ministero dei Trasporti è tutto scherzi e battute con colleghi, amici e vicini ma si trasforma in un bacchettone severo appena tornato a casa dalla moglie e dal figlio.

Interpreti:

  • Alvaro: Vittorio Gassman
3º episodio

Un commerciante non capisce che la moglie di un suo vecchio compagno di scuola, con il suo consenso, si prostituisce.

Interpreti:

4º episodio

Una donna mette fretta al proprio amante perché è in ritardo al proprio matrimonio.

Interpreti:

5º episodio

Una giovane sofisticata esaspera, con esagerate esigenze di discrezione, il fidanzato in cerca di intimità. Cercando il posto adeguato, tra le reazioni più inaspettate di lei, il ragazzo finirà per soddisfarsi, invece, con la disinvolta donna delle pulizie di un motel di strada, dove abbandonerà la desolata fidanzata incapace di intendere il voltafaccia.

Interpreti:

6º episodio
  • Un sedicente dongiovanni s'ingegna per scroccare passaggi.
7º episodio

Un giovane uomo di famiglia di educazione moralista s'incarica di riscattare la sorella mortificata da un seduttore senza scrupoli, affrontandolo per persuaderlo ad assumere le proprie responsabilità e riparare al suo gesto. Di fronte al fascino dello stile di vita del seduttore ed alla sua disinvolta modernità, invece, si dissuade e desiste dallo scopo tanto sentito in famiglia, ritrovandosi poi a esortare con vaghi argomenti la sorella, a sciogliersi e a rimettersi in gioco con un po' di malizia.

Interpreti:

  • Marcello Bonelli: Vittorio Gassman
  • Alfredo (Fred): Walter Chiari

Elena

8º episodio

Una facoltosa signora annoiata seduce uno zotico rigattiere dopo averlo convinto a salire in casa.

Interpreti:

9º episodio

La moglie di un carcerato ottiene una licenza premio al marito, per potergli poi attribuire il figlio che porta in grembo.

Interpreti:

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel quinto episodio con Sylva Koscina, Vittorio Gassman ripropone parodisticamente il personaggio che aveva interpretato nel film Il sorpasso, guidando un'altra macchina sportiva che monta però lo stesso tipo di clacson.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film all'epoca fu accolto duramente dalla critica (Tullio Kezich lo definì "una serie di barzellette" sceneggiate), anche per la sua "volgarità efferata ma divertente", Morando Morandini gli assegna due stelle su cinque di valutazione. Ebbe comunque un gran successo di pubblico.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Se permettete, parliamo di donne, MYmovies. URL consultato il 9 marzo 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema