Scyllarides latus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cicala grande di mare
Scyllarides latus.jpg
Scyllarides latus
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Arthropoda
Subphylum Crustacea
Classe Malacostraca
Sottoclasse Eumalacostraca
Superordine Eucarida
Ordine Decapoda
Sottordine Pleocyemata
Infraordine Palinura
Superfamiglia Palinuroidea
Famiglia Scyllaridae
Sottofamiglia Arctidinae
Genere Scyllarides
Specie S. latus
Nomenclatura binomiale
Scyllarides latus
Latreille, 1802
Sinonimi

Pseudibacus veranyi, Scyllarus latus

Nomi comuni

magnosa, cicala grande di mare, cicala di
mare[2] (I), grande cigale de mer, cigale de
mer (F), cigarra, cigarra de
mar, cigarrón (S),
mediterranean slipper lobster (GB)

La cicala grande di mare o magnosa[2] (Scyllarides latus Latreille, 1802) è un crostaceo decapodo della famiglia dei Scyllaridae.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Uno dei crostacei di più grandi dimensioni del Mar Mediterraneo (fino a 45 centimetri per un peso anche superiore ai 2 chilogrammi), ha le antenne anteriori dalla caratteristica forma piatta, con bordi ondulati e lisci. Il carapace è a forma di parallelepipedo, di colore bruno-grigio. È una specie tipicamente notturna.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Mar Mediterraneo tranne nord Adriatico, su fondali rocciosi dai 10 ai 100 metri di profondità. È una specie rara, protetta[3] in Italia.

Specie affini[modifica | modifica sorgente]

Molto simile alla Scyllarus arctus (magnosella), con cui viene confusa, anche se le dimensioni della magnosella sono decisamente minori.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Scyllarides latus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.2, IUCN, 2014.
  2. ^ a b Vedi Trainito, Egidio.
  3. ^ (PDF) Il sistema delle Aree marine protette

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Trainito, Egidio, Atlante di flora e fauna del Mediterraneo, Milano, Il Castello, 2005, ISBN 88-8039-395-2.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi