Scuola navale militare "Francesco Morosini"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
scuola navale militare
"Francesco Morosini"
MM Morosini.GIF
Stemma araldico della scuola
Descrizione generale
Attiva 1937-1943
1961-oggi
Nazione Italia Italia
Alleanza NATO NATO
Servizio Naval Ensign of Italy.svg Marina Militare
Tipo Scuola Militare
Studi liceo classico e scientifico
Dimensione 180 allievi circa
sede Venezia, viale Piave, 30/A - Sant'Elena
Motto Patria e onore
Sito internet su www.marina.difesa.it
Comandanti
Comandante attuale Capitano di Vascello Sandro Palone
Vicecomandante Capitano di Vascello Antonino Lo Duca
Direttore dei Corsi Allievi Capitano di Fregata Umberto Spolaor

[senza fonte]

Voci su marine militari presenti su Wikipedia

La scuola navale militare "Francesco Morosini" è un istituto di formazione della Marina Militare Italiana con sede a Venezia, nonché uno dei licei più prestigiosi d'Italia, nato il 2 ottobre del 1961 con la denominazione di collegio navale "Francesco Morosini", il cui scopo è quello di suscitare nei giovani l'interesse alla vita sul mare, orientandoli verso le attività ad essa connesse.

La storia[modifica | modifica wikitesto]

In realtà il collegio navale nacque già nel 1937 con la denominazione di "Collegio Navale della Gioventù Italiana del Littorio", con lo scopo di alimentare nei giovani la passione per le attività militari e marinaresche e prepararli ad essere arruolati nella Regia Marina. Successivamente, però, l'8 settembre 1943 gli edifici del Collegio vennero requisiti dalla Marina tedesca e furono occupati dalla Xª Flottiglia MAS, fino alla loro resa, avvenuta il 30 aprile 1945.
Nello stesso anno il Collegio Navale fu chiuso come conseguenza del trattato di pace che prevedeva l'attività soltanto di una Scuola Militare in Italia: a questo scopo, infatti, fu lasciata aperta la Scuola militare "Nunziatella" e vennero chiusi, oltre al Navale di Venezia, il Collegio Navale di Brindisi ed i Collegi militari di Roma e Milano. Così, gli edifici della scuola vennero sfruttati dalla Scuola Sottufficiali della Marina fino al 1961, quando, con il Foglio d'Ordine n.72 del 6 settembre 1961, il Collegio fu riaperto, prendendo il nome dal doge Francesco Morosini (1619-1694), detto Il Peloponnesiaco per le conquiste che garantì alla Serenissima (un busto del condottiero e Doge Morosini è esposto nell'ingresso della struttura che sorge sulla estrema punta orientale di Venezia, sull'isola di Sant'Elena). Dal 5 gennaio 1998 il Collegio ha assunto lo status di scuola militare, cambiando la denominazione in quella attuale.

La Scuola navale militare Morosini riprende, seppur con numerose interruzioni e cambi di sede, una tradizione plurisecolare che era nata già con il "Collegio dei giovani nobili", in cui venivano educati i giovani veneziani nell'epoca di massimo splendore della Serenissima.
Successivamente, Venezia conobbe un altro Collegio Militare, quello di Sant'Anna, nel quale studiò il celebre ammiraglio austriaco Guglielmo von Tegetthoff, artefice della sconfitta navale italiana di Lissa, avvenuta nel 1866, nel corso della terza guerra di indipendenza.

Il 4 maggio 2002, durante una solenne cerimonia tenutasi in Piazza San Marco, la scuola navale ha ricevuto dalle mani del Capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi, la bandiera di guerra, simbolo dell'acquisito status militare. Va comunque precisato che già prima di tale riconoscimento ufficiale il Collegio navale era impostato su canoni di disciplina e contegno tipicamente militari.

Alcuni studenti della Scuola alla parata del 2 giugno 2006 ai Fori Imperiali.

Ordinamento e studi[modifica | modifica wikitesto]

La scuola navale, che funziona oggi quale istituto scolastico autonomo, ha durata triennale e può essere frequentata, previo superamento di una selezione mediante concorso, e devono proseguire gli studi liceali classici e scientifici del terzo anno all’interno dell’istituto, secondo le direttive e i programmi ministeriali.

Lo sbocco ideale per gli allievi dell’istituzione è quello dell’Accademia Navale di Livorno, di cui la scuola mutua l’organizzazione, pur con numerose varianti che la rendono adatta ai giovani allievi.

La scuola[modifica | modifica wikitesto]

La struttura della Scuola Navale occupa un’area di circa 47.000 m2 che prende l'angolo sud-orientale dell’isola di Sant’Elena, a poca distanza dalla chiesa della Santa e in prossimità dallo Stadio “Pierluigi Penzo”; si affaccia sulla laguna a est verso San Nicolò di Lido e a sud verso il Bacino San Marco. Gli edifici coprono una superficie di circa 5.000 metri quadrati con una cubatura di 22.800 metri cubi. La sua costruzione iniziò il 1º settembre 1936 su progetto degli architetti Mansutti e Miozzo; nello stesso anno, il 9 ottobre, fu posta la prima pietra, tratta dall’Arsenale di Venezia, che è ancora visibile sulla facciata dell’ingresso della Scuola.

La Scuola possiede:

  • una biblioteca, con capacità di 3.000 volumi;
  • un'aula multimediale;
  • laboratori di chimica e fisica;
  • un museo di scienze naturali;
  • aula di disegno.

Per le attività sportive gli allievi hanno a disposizione;

Le camerate, inoltre, sono composte da quattro posti letto e sono dotate di un armadietto per ciascun allievo ed una scrivania per lo studio.

Giornata tipo e vita degli allievi[modifica | modifica wikitesto]

La giornata dell'allievo al Morosini inizia alle 06.45, con le pratiche mattinali, la colazione e l'alzabandiera. Alle 08.00 tutti in aula per le lezioni, che durano fino alle 13.00. Prima del pranzo ha luogo l'assemblea meridiana, momento chiave della giornata, in cui vengono lette le sanzioni disciplinari e vengono date disposizioni sull'attività da svolgere nella giornata. Dalle 14.30 alle 16.30 gli allievi compiono attività sportiva, dunque possono praticare tennis, calcio, basket, nuoto, atletica, vela, canottaggio, voga veneta. Alle 17.00 iniziano le 3 ore di studio obbligatorio, quindi alle 20.00 è servita la cena, al termine della quale gli allievi hanno a disposizione del tempo per la ricreazione o, se puniti, per lo studio obbligatorio. Alle 22.45 suona il silenzio e si va a dormire. Su richiesta è possibile usufruire di studio facoltativo serale e notturno. Il giovedì e il sabato pomeriggio e l'intera domenica gli allievi possono usufruire della franchigia se non sono puniti.

In inverno, gli allievi svolgono una settimana bianca sulla neve per completare l'addestramento militare, mentre quello marinaresco è garantito agli allievi del 1º e 2º corso dalla campagna estiva, a bordo delle navi scuola della forza armata, tra cui il veliero Amerigo Vespucci, la nave Palinuro e la nave San Marco. Allo stesso tempo, gli allievi al 3º anno si preparano a conquistare la maturità e hanno inoltre la possibilità di conseguire la patente nautica.

Ex-allievi celebri[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marina