Screaming Bloody Murder

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Screaming Bloody Murder
Artista Sum 41
Tipo album Studio
Pubblicazione 29 marzo 2011
(vedi date di pubblicazione)
Durata 48 min : 31 s
Tracce 14
Genere Alternative rock[1]
Pop punk[1]
Punk revival[1]
Hard rock[2][3]
Etichetta Island Records
Produttore Deryck Whibley
Registrazione Dal 26 gennaio al 24 giugno 2010 a Hollywood, Los Angeles, California
Sum 41 - cronologia
Album precedente
(2007)
Singoli
  1. Screaming Bloody Murder
    Pubblicato: 7 febbraio 2011
  2. Baby You Don't Wanna Know
    Pubblicato: 15 giugno 2011
  3. Blood in My Eyes
    Pubblicato: 29 giugno 2012

Screaming Bloody Murder è il quinto album in studio del gruppo musicale canadese Sum 41, pubblicato il 29 marzo 2011 dalla Island Records.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Il disco si differenzia molto dai precedenti della band ed è considerato il più vario in termini di sonorità[1]. La scrittura dell'album è stata molto influenzata dal divorzio dal frontman della band Deryck Whibley dalla ex moglie Avril Lavigne[1].

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Reason to Believe – 3:28
  2. Screaming Bloody Murder – 3:24 (Whibley, Thacker)
  3. Skumfuk – 3:24
  4. Time for You to Go – 3:01
  5. Jessica Kill – 2:50
  6. What Am I to Say – 4:12
  7. Holy Image of Lies (A Dark Road out of Hell: Part I) – 3:47
  8. Sick of Everyone (A Dark Road out of Hell: Part II) – 3:05
  9. Happiness Machines (A Dark Road out of Hell: Part III) – 4:48
  10. Crash – 3:19
  11. Blood in My Eyes – 4:16
  12. Baby You Don't Wanna Know – 3:34 (Whibley, Squire)
  13. Back Where I Belong – 3:41
  14. Exit Song – 1:42
Tracce bonus nell'edizione giapponese
  1. Reason to Believe (Acoustic) – 2:38
  2. We're the Same – 4:10

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Sum 41
Altri musicisti
  • James Levine – piano in Crash
  • Dan Chase – percussioni in Holy Image of Lies e Happiness Machine
  • Gil Norton – percussioni
Produzione
  • Deryck Whibley – produzione, ingegneria; missaggio in Time for You to Go, Crash, Baby, You Don't Wanna Know e Exit Song
  • Tom Lord-Alge – missaggio
  • Chris Lord-Alge – missaggio in What Am I to Say e Back Where I Belong
  • Ryan Hewitt – ingegneria
  • Joe Hirst – ingegneria
  • Travis Huff – ingegneria
  • Ted Jensen – mastering
  • Kristen Yiengst – artwork, coordinazione fotografia
  • James Minchin III – fotografia

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifica (2011) Posizione
massima
Australia[4] 16
Australia (digital)[5] 11
Austria[4] 23
Belgio (Fiandre)[4] 75
Belgio (Vallonia)[4] 64
Canada[6] 9
Francia[4] 25
Germania[7] 23
Giappone[8] 7
Italia[7] 72
Paesi Bassi[4] 100
Regno Unito[7] 66
Spagna[4] 35
Stati Uniti[6] 31
Stati Uniti (alternative)[6] 5
Stati Uniti (rock)[6] 5
Stati Uniti (digital)[6] 15
Svizzera[4] 21

Date di pubblicazione[modifica | modifica sorgente]

Paese Data
Australia 25 marzo 2011
Germania 28 marzo 2011
Italia
Olanda
Danimarca
Francia
Nuova Zelanda
Norvegia
Polonia
Portogallo
Russia
Spagna
Svezia
Canada 29 marzo 2011
Regno Unito
India
Stati Uniti
Argentina 30 marzo 2011
Brasile
Giappone 6 aprile 2011

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e (EN) Screaming Bloody Murder in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 23 agosto 2014.
  2. ^ (EN) Screaming Bloody Murder, Rolling Stone. URL consultato il 16 febbraio 2012.
  3. ^ (EN) Sum 41: Screaming Bloody Murder, Musicwaves.fr, 30 marzo 2011. URL consultato il 1º dicembre 2013.
  4. ^ a b c d e f g h (EN) Sum 41 - Screaming Bloody Murder, Australian-charts.com. URL consultato il 12 settembre 2012.
  5. ^ (EN) Top 50 Digital Album Chart, ARIA Charts. URL consultato il 9 luglio 2011.
  6. ^ a b c d e (EN) Sum 41 - CHart history, Billboard. URL consultato il 23 agosto 2014.
  7. ^ a b c (EN) Sum 41 - Screaming Bloody Murder, aCharts.us. URL consultato il 12 settembre 2012.
  8. ^ (JA) SUM 41-リリース-ORICON STYLE ミュージック, Oricon. URL consultato il 7 luglio 2011.