Scott McClellan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Scott McClellan
Scott McClellan 1.jpg

25° Portavoce della Casa Bianca
Durata mandato 15 luglio 2003 – 10 maggio 2006
Predecessore Ari Fleischer
Successore Tony Snow

Dati generali
Partito politico Repubblicano
Indipendente

Scott McClellan (Austin, 14 febbraio 1968) è un funzionario e scrittore statunitense, ex-Portavoce della Casa Bianca sotto l'amministrazione Bush.

Figlio di Carole Keeton Strayhorn (prima donna sindaco di Austin) e fratello di Mark McClellan (Commissario della Food and Drug Administration sotto l'amministrazione Bush), venne assunto da Karen Hughes come Vicedirettore delle Comunicazioni per l'allora Governatore del Texas George W. Bush. Quando Bush divenne Presidente, McClellan continuò a lavorare come suo collaboratore finché nel 2003, dopo le dimissioni di Ari Fleischer, fu nominato suo successore come Portavoce della Casa Bianca. Tre anni dopo tuttavia anche McClellan rassegnò le dimissioni.

Nel 2008 tornò agli onori della cronaca a causa della pubblicazione del suo libro "What Happened". Tale scritto suscitò molto scalpore in quanto l'autore criticava duramente l'operato del Presidente Bush e di alcuni suoi collaboratori, tra cui Condoleezza Rice, accusata di essere troppo accomodante[1].

In occasione delle presidenziali del 2008, McClellan ha dichiarato il suo appoggio a Barack Obama.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) In Ex-Spokesman’s Book, Harsh Words for Bush in News, The New York Times, 28-05-2008. URL consultato il 22-11-2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 90594963 LCCN: no2007019367