Scleromochlus taylori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Scleromochlus
Stato di conservazione: Fossile
Scleromochlus.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Sottoclasse Diapsida
Infraclasse Archosauromorpha
(clade) Archosauria
Genere Scleromochlus
Specie S. taylori
Nomenclatura binomiale
Scleromochlus taylori
Woodward, 1907

Lo scleromoclo (Scleromochlus taylori Woodward 1907) è un minuscolo rettile arcosauro, fossile del Triassico superiore (220 milioni di anni fa). I suoi resti fossili sono stati rinvenuti in Scozia[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I resti dello scleromoclo comprendono uno scheletro relativamente completo, che denota il grande allungamento delle zampe posteriori. È probabile, quindi, che lo scleromoclo fosse un animale corridore, e che si cibasse di piccoli insetti e altri invertebrati. Le dimensioni dello scleromoclo si aggiravano sui 30 centimetri di lunghezza. Il collo era corto e la testa stranamente grossa. Gli arti anteriori, cortissimi, non sembrano adatti ad afferrare le prede.

Ricostruzione dello scheletro di Scleromochlus taylori

Un "antenato" degli pterosauri?[modifica | modifica wikitesto]

Di forme esili, lo scleromoclo è spesso considerato un possibile antenato degli pterosauri, i rettili volanti che dominarono il cielo nel Mesozoico. Nonostante le diversissime caratteristiche delle zampe, infatti, altre caratteristiche sembrano presagire quelle degli pterosauri, e qualche paleontologo ha riscontrato affinità craniche tra Scleromochlus e alcuni pterosauri primitivi, come Dimorphodon. È possibile, inoltre, che lo scleromoclo avesse sviluppato un abbozzo di membrana (patagio) tra le varie estremità, in modo analogo al curioso Sharovipteryx.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scleromochlus taylori in Fossilworks. URL consultato il 26 maggio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Benton, M.J. (1999). Scleromochlus taylori and the origin of the pterosaurs. Philosophical Transactions of the Royal Society London, Series B 354: 1423-1446.
  • Woodward, A.S. (1907). On a new dinosaurian reptile (Scleromochlus taylori, gen. et sp. nov.) from the Trias of Lossiemouth, Elgin. Quarterly Journal of the Geological Society 1907 63: 140-144.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili