Sciurus gilvigularis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Scoiattolo dalla gola gialla[1]
Immagine di Sciurus gilvigularis mancante
Stato di conservazione
Status none DD.svg
Dati insufficienti[2]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Rodentia
Famiglia Sciuridae
Sottofamiglia Sciurinae
Tribù Sciurini
Genere Sciurus
Sottogenere Guerlinguetus
Specie S. gilvigularis
Nomenclatura binomiale
Sciurus gilvigularis
Wagner, 1842

Lo scoiattolo dalla gola gialla (Sciurus gilvigularis Wagner, 1842) è una specie di scoiattolo arboricolo del genere Sciurus originaria del Sudamerica.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente, gli studiosi riconoscono due sottospecie di scoiattolo dalla gola gialla[1]:

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Lo scoiattolo dalla gola gialla misura 34,2-36,3 cm, dei quali 17,3-19,5 costituiti dalla coda. La sua colorazione è molto simile a quella dello scoiattolo della Guiana (Sciurus aestuans), ma più chiara: il dorso è color camoscio-rossastro brizzolato e il ventre è arancio-rossastro; attorno agli occhi è presente un anello di peli color camoscio. La coda può esibire una serie di bande sbiadite.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Lo scoiattolo dalla gola gialla è ampiamente diffuso nel Brasile settentrionale, nel Venezuela meridionale e in alcune zone della Guyana.

Vive sugli alberi della foresta pluviale tropicale dell'Amazzonia.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene sia abbastanza numeroso, questo animale non è mai stato studiato dettagliatamente, e sulla sua biologia non sappiamo pressoché nulla. Si ritiene, comunque, che le sue abitudini non si discostino molto da quelle del più noto scoiattolo della Guiana.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Le notizie inerenti questa specie sono così poche che la IUCN la inserisce tra quelle a status indeterminato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Sciurus gilvigularis in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  2. ^ (EN) Amori, G., Koprowski, J. & Roth, L. 2008, Sciurus gilvigularis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi