Sciurini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Sciurini[1]
Eastern Gray Squirrel 800.jpg
Sciurus carolinensis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Rodentia
Sottordine Sciuromorpha
Famiglia Sciuridae
Sottofamiglia Sciurinae
Tribù Sciurini
Fischer de Waldheim, 1817
Generi

Gli Sciurini Fischer de Waldheim, 1817 sono una delle due tribù in cui viene suddivisa la sottofamiglia degli Sciurini (Sciurinae). In essa vengono riuniti tutti gli Sciuridi arboricoli dalla corporatura slanciata e con la coda lunga pressappoco quanto il corpo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il muso è corto e appuntito, e la fronte ampia; le vibrisse, lunghe e simili a mustacchi, sono disposte in cinque serie longitudinali. Le orecchie sono piuttosto lunghe e talvolta ornate da ciuffetti di peli; la coda, dalla radice all'estremità, è rivestita da folti peli, che la fanno sovente apparire simile a un pennacchio. Il pollice è rudimentale e munito per lo più di un'unghia piatta; il quarto dito anteriore e quello posteriore sono i più sviluppati. Il cranio, osservato dall'alto, ha forma ellittica, mentre di profilo appare fortemente arcuato, con ossa nasali diritte; mencano le tasche guanciali. Gli incisivi sono molto compressi sui lati; il primo molare superiore è piccolissimo oppure mancante.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

I rappresentanti di questa tribù sono diffusi in tutto l'emisfero boreale e in Sudamerica, a eccezione delle regioni meridionali.

Occupano le foreste di ogni genere, da quelle boreali a quelle pluviali tropicali.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Gli Sciurini sono animali dotati di una spiccatissima abilità nell'arrampicarsi e nel compiere sbalzi, e vivono in prevalenza sugli alberi, sui quali edificano i propri nidi rotondi. Le robuste zampe posteriori, più lunghe di quelle anteriori, permettono loro di muoversi con la stessa agilità e sveltezza sia mentre salgono e scendono lungo i tronchi degli alberi, sia quando corrono a terra, sia, infine, mentre saltano da un albero all'altro. Mangiano semi, frutti, germogli e cibo di natura animale, e spesso tengono il cibo stretto con le mani mentre siedono sulle zampe posteriori. Sebbene non cadano in un vero e proprio letargo, nella stagione fredda diventano pigri e sonnacchiosi, e spesso non abbandonano il nido per un periodo di parecchi giorni.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La tribù comprende 5 generi, e di questi lo Sciurus, con 28 specie, è senza dubbio il gruppo più vario dell'intera famiglia. Tale genere è rappresentato in Europa da una sola specie: lo scoiattolo rosso eurasiatico (Sciurus vulgaris)[1]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Sciurini in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi