Scatola di Lemarchand

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La scatola di Lemarchand (conosciuta anche come Cubo di Lemerchant, Configurazione del lamento e Scatola del Dolore) è un oggetto dell'immaginario mondo di Hellraiser, saga cinematografica basata sui racconti di Clive Barker.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una misteriosa scatola (in originale chiamata semplicemente the Box) che nasconde un rebus, risolvibile solo da chi ha un forte desiderio di conoscere i segreti che essa cela. Una volta risolto il rebus, la scatola si apre e spalanca le porte di una dimensione parallela, dominata da un'Entità misteriosa, chiamata Leviathan, e abitata dai Cenobiti, una stretta cerchia di esseri, chiamati anche Supplizianti o demoni, un tempo comuni mortali, che per appagare i loro grandi istinti masochisti sono divenuti servi di Leviathan, ottenendo una potenziale immortalità ed un corpo martoriato e mutilato, a testimonianza del loro amore per la sofferenza.

I Supplizianti, guidati da Pinhead, appaiono all'apertura della scatola e conducono colui che ha risolto l'enigma alla scoperta dei particolari piaceri del loro mondo. A seconda dello spirito della vittima, questa può finire coll'essere orribilmente uccisa (sorte che tocca a quasi tutti gli incauti che aprono il cubo) oppure trasformata a sua volta in un Cenobita (come successo al dottor Channard nel secondo episodio della saga).

Nel caso in cui non vi siano Cenobiti all'apertura della scatola, Leviathan assorbe direttamente il soggetto che l'apre e decide se farne o meno un Suppliziante, come successo a Pinhead negli eventi mostrati sempre nel secondo film della serie.

In Hellraiser - La stirpe maledetta viene narrata l'origine del Cubo. Nel XVIII secolo, un inventore francese di nome Philippe LeMerchant (da cui il nome della scatola) creò la scatola con l'intento di farne un semplice giocattolo. L'uomo per cui lavorava, il Duc de l'Isle, la usò invece per creare un passaggio verso la dimensione dei Supplizianti, attraverso uno strano rito. Da allora, la scatola divenne il viatico tra il mondo dei Cenobiti e la Terra.

I cenobiti non possono direttamente distruggere la scatola, secondo quanto detto nel terzo episodio della saga dal capitano Spencer, l'uomo da cui nacque ai primi del XX secolo Pinhead. I Supplizianti possono solo ricevere la scatola dall'ultimo possessore e farla avere a un nuovo soggetto. Nel racconto di Clive Barker (creatore del mondo di Hellraiser e autore dei primi due film), quando il Cubo è in pericolo (come alla fine del primo film quando la protagonista cerca di buttare la scatola tra le fiamme), appare una misteriosa figura a difenderla e portarla via, nota con l'appellativo di Architetto.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema