Saw III - L'enigma senza fine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Saw III - L'enigma senza fine
Titolo originale Saw III
Paese di produzione USA
Anno 2006
Durata 104 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere orrore, thriller
Regia Darren Lynn Bousman
Sceneggiatura James Wan, Leigh Whannell
Produttore Gregg Hoffman, Oren Koules, Mark Burg, Daniel Jason Heffner, James Wan, Leigh Whannell, Stacey Testro, Peter Block, Jason Constantine, Greg Copeland, Troy Begnaud
Distribuzione (Italia) 01 Distribution
Fotografia David A. Armstrong
Montaggio Kevin Greutert
Effetti speciali David Alexander, Don Asido, Jon Campfens, Peter Denomme, Gudrun Heinze, Louis Kim, Jef Lonn, Steve Wigmore
Musiche Charlie Clouser
Scenografia David Hackl
Costumi Alex Kavanagh
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Saw III - L'enigma senza fine (Saw III) è un film del 2006 diretto da Darren Lynn Bousman e costituisce il terzo capitolo della saga iniziata nel 2004 con Saw - L'enigmista e proseguito con Saw II - La soluzione dell'enigma.

Il film è centrato su l'enigmista (Jigsaw), il protagonista dei due precedenti film, che insieme ad Amanda Young lavora alla prova finale. Il film contiene alcune spiegazioni e chiarimenti a dei punti lasciati in sospeso nei precedenti film della saga.

Il film è stato dedicato a Gregg Hoffman (produttore di Saw I e Saw II), scomparso il 4 dicembre 2005, subito dopo l'annuncio ufficiale di Saw III. Il film può essere considerato più violento, teso e subdolo del precedente, dato che alle molte scene di violenza esplicita sono accompagnate anche test e torture psicologiche che nei film precedenti erano meno sviluppate.

Sinossi[modifica | modifica sorgente]

L'Enigmista, insieme alla sua apprendista Amanda, mette alla prova due persone: la dottoressa Lynn Denlon e Jeff Reinhart. Lynn dovrà mantentere in vita John, in punto di morte a causa della malattia, fino al completamento del test. Jeff dovrà affrontare una serie di scelte centrate sul tema vendetta/perdono.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film inizia riprendendo la scena finale del film precedente: il detective Eric Matthews incatenato nel bagno di Saw I. Dopo aver provato invano a tagliare la catena, decide di tagliarsi il piede e liberarsi. Tuttavia dopo aver tentato di tagliarsi come aveva fatto il Dottor Gordon, decide di fratturarsi il piede colpendolo ripetutamente con la tavoletta di pietra con cui era stato ucciso Zep nel primo film. Il detective riesce così a sfilarsi la catena senza dover necessariamente tagliarsi il piede.

La narrazione si sposta a questo punto in una scuola abbandonata dove sono stati ritrovati i resti di un uomo. Si tratta di Troy, una vittima dell'Enigmista. Sul suo corpo erano agganciati (sotto la pelle) degli anelli, fissati alla stanza con delle catene; Troy per liberarsi avrebbe dovuto strapparli in poco tempo, prima dell'esplosione di una bomba. Sulla scena arriva Kerry, l'esperta di Jigsaw già presente in Saw II, la quale nota subito che questa trappola è differente da tutte le altre. Infatti la porta della stanza era bloccata e quindi la vittima non avrebbe potuto comunque salvarsi.

Kerry, dopo il suo ritorno a casa, viene rapita e posta in una trappola. Questa è agganciata alla sua gabbia toracica e per sbloccarla deve prendere la chiave posta in un vaso di acido prima che si dissolva. La chiave, tuttavia, non sblocca la trappola e poco prima della morte di Kerry si vede una sagoma nell'ombra. Subito dopo Kerry muore dilaniata.

La narrazione si sposta ora in una camera dove la dottoressa Lynn Denlon è in compagnia di un uomo di nome Chris. I rapporti tra i due sono molto freddi, al punto che lei evita lo sguardo dell'uomo. Inizia un litigio, ed alla domanda di lei "che cosa vuoi da me?", Chris le risponde "Che divorzi". Lynn si reca quindi al lavoro ed alla fine del turno viene rapita da Amanda. Viene condotta nel rifugio dell'Enigmista. Amanda pone sul collo di Lynn un collare con delle cartucce di fucile. Il dispositivo è collegato alla frequenza cardiaca di John: se il suo cuore si dovesse fermare i colpi di fucile ucciderebbero Lynn. La dottoressa deve quindi tenere in vita l'Enigmista. Viene spiegato che c'è un altro uomo sotto test: Lynn verrà liberata se quest'altro uomo supererà le prove e se lei sarà riuscita a tenere in vita John fino a quel momento.

L'uomo sotto test è Jeff Reinhart; si trova rinchiuso all'interno di una cassa di legno. Si apprende che il figlio di Jeff è stato ucciso in un incidente stradale da un uomo ubriaco. Il guidatore viene condannato a sei mesi di carcere, una pena troppo mite per Jeff, il quale, da allora in poi, medita vendetta. Il test consiste in una serie di prove in cui Jeff dovrà decidere se perdonare o vendicarsi. Il test finale sarà un faccia a faccia con l'assassino del figlio. Tutte le prove andranno completate nel giro di due ore e scaduto tale termine le porte verranno bloccate. Uscito dalla cassa di legno Jeff trova una scatola contenente un pezzo di una fotografia che lo ritrae, una chiave ed un biglietto che lo invita ad aprire una porta. A questo punto lo si vede in un flashback con il figlio.

Da questo punto la narrazione alterna le vicende di Jeff con quelle di Lynn nella stanza dove è presente John.

Lynn, per alleviare le sofferenze di John, dovrà fare un'operazione al cervello per abbassare la pressione intracranica. Lynn vorrebbe portare John in ospedale per l'operazione, ma Amanda si oppone. Dopo aver stabilizzato John, Amanda chiede a Lynn quali strumenti le servono per l'operazione.

Intanto Jeff raggiunge una cella frigorifera. Al centro della stanza si trova Danica Scott. La donna è nuda ed è appesa per le braccia ad una struttura che spruzza getti d'acqua ai lati. Danica era l'unica testimone dell'incidente ma non si era presentata alla polizia. Dagli ugelli inizia ad uscire l'acqua e Danica inizia a congelarsi. Jeff, per liberarla, deve prendere una chiave appesa dietro a dei tubi ghiacciati. Jeff, che inizialmente non prova compassione per la donna, dopo qualche minuto decide di aiutarla. Tuttavia la chiave è collocata troppo distante e Jeff, per riuscire a raggiungerla col suo braccio, si provoca una lesione alla guancia dovuto al contatto del suo volto contro i tubi ghiacciati. Riesce a prendere la chiave per liberare la donna, ma questa ormai è completamente ibernata. Trova a questo punto un'altra scatola contenente un proiettile ed un altro pezzo della foto che ritrae il figlio.

Nella stanza successiva Jeff trova un uomo legato sul fondo di un silo. L'uomo è il giudice Halden che ha emesso la mite sentenza nei confronti dell'assassino di Dylan. Nella stessa stanza è presente un forno, all'interno del quale si trovano i giocattoli del figlio. In un precedente flashback si era visto come Jeff fosse morbosamente attaccato a tali oggetti, al punto di arrabbiarsi con l'altra sua figlia perché, per sentirsi più vicina al fratellino scomparso, era andata a dormire con uno dei suoi peluche. Jeff, infatti, pretendeva che la loro disposizione, all'interno della stanza, non venisse modificata. Per liberare il giudice, Jeff deve attivare un inceneritore e bruciare i giocattoli, in modo da trovare la chiave. La trappola si attiva ed una serie di carcasse di maiali in putrefazione vengono triturate; i resti liquidi vengono immessi nel silo. Anche in questo caso Jeff è indeciso ma alla fine salva il giudice prima che venga completamente sommerso.

Nel frattempo Lynn si prepara ad operare John. In una serie di flashback viene mostrato l'inizio della "collaborazione" fra Amanda e John e la preparazione della trappola del bagno di Saw I. Adam viene rapito e portato nel bagno dall'apprendista. Nella scena del rapimento di Adam, il primo compito affidato da John, si riconosce l'inesperienza di Amanda, che si toglie la maschera ancora prima di averlo sedato. Adam finge di essere addormentato e ad un tratto ricomincia a fotografare Amanda senza la maschera. Alla fine Adam verrà addormentato e portato nel bagno.

Terminata l'operazione Amanda vuole parlare a John, ma Lynn le dice di non toccarlo dato che è appena stato operato. Amanda si infuria con Lynn e le punta una pistola. Infatti, la donna sembra non sopportare Lynn dal momento che è stata portata nel nascondiglio. John riuscirà a farla calmare.

Jeff ed il giudice Halden trovano una scatola contenente un altro pezzo di fotografia che ritrae la figlia di Jeff; la scatola contiene inoltre un caricatore vuoto. Nella stanza successiva trovano Timothy Young, il guidatore responsabile della morte del figlio di Jeff. La trappola che lo blocca farà ruotare testa, braccia e gambe di 180 gradi. Per liberare Timothy, Jeff deve prendere una chiave legata al grilletto di un fucile. Questo è posizionato all'interno di una teca aperta da un lato. Lo spazio è sufficiente solo per infilare un braccio e la canna è rivolta verso l'apertura. Lasciar morire il responsabile dell'incidente oppure rischiare la vita per salvarlo? Dopo una certa indecisione Jeff cerca di prendere la chiave ma parte un colpo che uccide il giudice colpendolo in testa. Anche in questo caso la vittima non riesce a sopravvivere, nonostante Jeff urli a gran voce di averlo perdonato.

Nel frattempo Lynn parla a John dei problemi con il marito. Amanda interrompe la loro conversazione dato che Jeff ha completato il test. John chiede ad Amanda di liberare Lynn, dato che ha superato la prova; ma l'apprendista si rifiuta e punta nuovamente la pistola verso la dottoressa. John cerca di calmarla dicendo di seguire le regole ma lei si rifiuta di ascoltare. John le chiede se ha provato lo stesso odio anche per Eric Matthews. In un flashback viene mostrato il detective che cerca di fuggire dopo essersi rotto il piede, Amanda lo sente gridare il nome del figlio e lo attacca ma Eric ha la meglio, per via del piede rotto per liberarsi però non riesce a uccidere Amanda che riesce a sopraffarlo e lo lascia a terra agonizzante. Tornando al presente essa afferma che nessuna persona è cambiata dopo i giochi di John.

Jeff intanto vaga all'interno del magazzino e trova l'ultima scatola contenente una pistola; carica quindi l'arma ed entra nel nascondiglio di John. Raggiunge la stanza dove si trovano le due donne e John, proprio nel momento in cui Amanda spara a Lynn. Jeff, immediatamente, spara ad Amanda e la colpisce sul collo. Si scopre che Jeff e Lynn sono marito e moglie. Grazie a questa nuova rivelazione, la scena di Lynn e Chris vista all'inizio del film, cambia totalmente di significato: Chris non è suo marito, come si era portati a pensare, ma il suo amante. La richiesta di divorzio di Chris era in realtà rivolta a Lynn nei confronti del suo attuale marito, in modo che i due fossero liberi di frequentarsi senza nascondersi. La sete di vendetta di Jeff e i tradimenti di Lynn, oltre ad aver mandato a monte il loro matrimonio, li ha portati a trascurare la loro figlia, che invece avrebbe dovuto essere al centro della loro attenzione, soprattutto dopo che avevano provato cosa vuol dire averne perso uno.

Si scopre che anche Amanda era sotto test: doveva riuscire a salvare la vita di Lynn. Morta l'apprendista, l'Enigmista chiede a Jeff di scegliere se perdonarlo per tutte le sofferenze che gli ha fatto passare oppure ucciderlo. L'uomo dice di perdonarlo ma subito dopo gli taglia la gola con una sega circolare. Poco prima di morire, John avvia un nastro in cui dice:

« Salve Jeff, questa cassetta registrata è un po' come una polizza di assicurazione, se la stai ascoltando vuol dire che è tempo di riscuotere. Dovevi superare la prova del perdono finale, ma se stai sentendo queste parole hai fallito. Ora pagherai il prezzo di aver fatto della brama di vendetta la ragione della tua vita. Adesso ti svelerò una ragione per cui veramente vale pena vivere: ti ho detto che non potevo morire Jeff, ma non ti ho detto perché. La risposta è semplice: sono io la persona responsabile della scomparsa di tua figlia, sono io l'unica persona al mondo che sa dove si trova, ha una riserva d'aria limitata Jeff. E se vuoi salvarla devi fare un gioco. »

Terminata la registrazione, John muore e la trappola di Lynn, che non era stata scollegata dopo l'operazione, esplode distruggendole la testa mentre Jeff urla disperato.

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Questo è l'episodio della saga che, a livello mondiale, ha incassato più di tutti con un guadagno totale di 164.874.275 dollari.

Collegamenti ad altre pellicole[modifica | modifica sorgente]

La scena della tortura di Troy è una citazione dalla saga di Hellraiser.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema