Sauroctonus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Sauroctonus
Stato di conservazione: Fossile
Sauroctonus progressus09.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Synapsida
Ordine Therapsida
Sottordine Gorgonopsia
Famiglia Gorgonopsidae
Genere Sauroctonus
Specie

S. progressus

S. parringtoni

Il sauroctono (gen. Sauroctonus) è un grosso tetrapode estinto, vissuto verso la fine del Permiano (circa 250 milioni di anni fa) in Sudafrica e in Russia, appartenente al gruppo dei terapsidi (altrimenti noti come "rettili - mammiferi").

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Sauroctonus parringtoni

Le zampe lunghe e dotate di artigli, il corpo compatto e il cranio voluminoso dalla formidabile dentatura sono caratteristiche che denotano il sauroctono come un notevole predatore.

Questo animale, lungo circa due metri e mezzo, era infatti un attivo cacciatore che probabilmente poteva abbattere rettili (Sauroctonus significa infatti uccisore di lucertole) anche più grossi di lui, come i pareiasauri. Le zampe erano tenute leggermente piegate all'infuori, ma la postura iniziava a ricordare quella dei mammiferi. Il cranio era fornito di una dentatura differenziata, con tanto di incisivi frontali, denti molariformi adatti a tagliare la carne e soprattutto lunghi canini (in particolare quelli superiori, a forma di sciabola).

Parentele[modifica | modifica wikitesto]

Il sauroctono è un rappresentante piuttosto evoluto di quel gruppo di terapsidi noti come gorgonopsi, dalle abitudini strettamente carnivore. È considerato un possibile antenato di forme successive di dimensioni ancora maggiori, come Inostrancevia. Di sauroctono sono note varie specie, tra cui Sauroctonus progressus e S. parringtoni.

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Una ricostruzione di sauroctono è presente nel Parco della Preistoria di Rivolta d'Adda, alle prese con uno Scutosauro, un pareiasauro.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Battail, B. & Surkov, M. V., 2000: Mammal-like reptiles from Russia. 86-119 in Benton, M. J., Shishkin, M. A., Unvin, D. M. & Kurochkin, E. N., (eds.) 2000: The Age of Dinosaurs in Russia and Mongolia. Cambridge University Press, Cambridge, 2000, xxxix-696

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili