Saturn V-3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Saturn V-3 (o MLV 5-3) fu un razzo studiato dal Marshall Space Flight Center nel 1965 e che utilizzava nuovi motori e nuovi stadi che non erano stati adottati nell'originale Saturn V. Il primo stadio utilizzava l'evoluzione dei motori F-1: gli F-1A che possedevano una spinta maggiorata del 20%. Il secondo stadio doveva essere equipaggiata con il motore HG-3 sviluppato a partire dal J-2. Quest'ultimo motore non venne mai realizzato ma la sua tecnologia ha portato allo sviluppo degli Space Shuttle main engine.

L'impego di questo lanciatore sarebbe dovuto concretizzarsi nei programmi successivi e derivati dal Programma Apollo, tra cui le missioni di sbarco su Marte pianificate negli anni 1970 e 1980.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Roger Bilstein, Stages to Saturn, US Government Printing Office, 1980. ISBN 0-16-048909-1
  • (EN) Erns Stuhlinger, et al., Astronautical Engineering and Science: From Peenemuende to Planetary Space, New York, McGraw-Hill, 1964. (ISBN non esistente).
  • (EN) Alan Lawrie, Robert Godwin, Saturn, Collectors Guide Pub Inc, 1 settembre 2010. ISBN 978-1926592145

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astronautica