Saturazione emoglobinica arteriosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Saturazione (emoglobina).

La saturazione emoglobinica arteriosa indica la saturazione dell'emoglobina nel sangue arterioso. Non indica, come erroneamente spesso si crede, la percentuale di ossigeno legata all'emoglobina perché, praticamente, non esiste ossigeno non legato disciolto nel sangue.

La saturazione viene normalmente misurata con il pulsiossimetro.

Una misurazione fisiologica della saturazione si attesta tra il 95 e il 100%. Valori compresi tra il 90 e il 95% indicano una parziale assenza dell'ossigeno (lieve ipossia), mentre valori al di sotto del 90% non sono fisiologici ed indicano una severa deficienza di ossigeno (grave ipossia). Il valore di 100 misurato "in aria ambiente" (cioè senza somministrazione artificiale di ossigeno) può essere sintomo di iperventilazione, che può essere dovuta, per esempio, ad attacchi di panico. A volte anche valori intorno al 90% possono risultare normali: è il caso di persone affette da broncopneumopatie croniche ostruttive (BPCO).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina