Satprem

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bernard Enginger, meglio noto come Satprem (Parigi, 30 ottobre 19239 aprile 2007), è stato uno scrittore francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È stato l'esponente più importante dello yoga di Sri Aurobindo (Calcutta 1872 - Pondicherry 1950) e Mirra Alfassa più nota come "Mère", in italiano "la Madre" (Parigi 1878 - Pondicherry 1973).

Di madre bretone e di padre d'origine alsaziana passò l'infanzia in Bretagna, terra alla quale rimase particolarmente legato. Successivamente è stato studente presso un collegio di gesuiti di Amiens per poi proseguire i suoi studi in un liceo parigino dove, militante antifascista, si impegna attivamente nella resistenza ma a soli 20 anni viene arrestato dalla Gestapo e condotto in Germania dove proverà per un anno e mezzo l'orrore del campo di concentramento di Mauthausen-Gusen da cui uscirà comunque vivo ma completamente devastato, come racconterà in alcuni suoi libri.

Dopo la liberazione viaggiò molto: Egitto, Guyana francese, Brasile, poi di nuovo in Africa ma l'incontro in India con Sri Aurobindo e "Mère" il cui messaggio centrale era "l'uomo è un essere di transizione" fu decisivo a dare un senso al seguito della sua vicenda esistenziale.

L'ashram fondato da Sri Aurobindo, che era una sorta di laboratorio umano evolutivo, accoglie anche Satprem.

Nel 1950 muore Sri Aurobindo e la guida dell'ashram passa a Mère definita da Sri Aurobindo "laboratorio vivente".

Nel 1957 Mère gli diede il nome spirituale "Satprem" che significa "colui che ama veramente".

Nel 1968 è ancora accanto a Mère quale suo discepolo più fidato all'inaugurazione di Auroville.

Nel 1973 muore anche Mère la quale, non avendo lasciato alcuno scritto, spinse Satprem a pubblicare l'"Agenda di Mère", un'opera in 13 volumi che raccoglie le registrazioni e gli appunti presi delle parole pronunciate da Mère dal 1953 al 1973.

Alla morte di Mère, Satprem entra in conflitto con i nuovi dirigenti dell'ashram e decide così all'età di cinquantanove anni di ritirarsi dalla vita pubblica in un luogo "segreto" dell'India (sui Nilgiri Hills) per ricercare un "grande passaggio" evolutivo verso ciò che seguirà l'uomo.

Nel 1989 scrive una sua breve autobiografia dove fa il punto della situazione umana: "La rivolta della Terra".

Del 1999 è "Neanderthal guarda", una sorta di appello agli uomini a risvegliarsi per mettersi alla ricerca della vera umanità perché dice Satprem: "Perfino gli uomini di Neanderthal avrebbero vergogna di quel che noi siamo divenuti".

Satprem è morto il 9 aprile 2007 e la sua compagna Sujata Nahar è morta poco dopo lui, il 4 maggio 2007.

Mère, che fin da piccola ha ricevuto un'educazione scientifico-materialistica, per poi passare attraverso l'occultismo in età adulta, compagna spirituale dell'autore di "La sintesi dello Yoga", definiva la sua esperienza "yoga delle cellule" e Satprem dal canto suo più che scrittore si definiva "un piccolo uomo che nel corpo e nelle cellule continua l’esperienza di Mère". Altri si riferiscono a questo filone di pensiero come "purna yoga" o "yoga integrale".

Nel 1977 Satprem fondò a Parigi un "Istituto di Ricerche Evolutive" per la pubblicazione e la promozione dell'Agenda di Mère.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Opere su Mère[modifica | modifica sorgente]

  • L'Agenda di Mère (n.13 volumi), Ed. Mediterranee
  • Il materialismo divino, Ed. Ubaldini
  • La nuova specie, Ed. Ubaldini
  • La mutazione della morte, Ed. Ubaldini
  • Appunti dal laboratorio di Mère, Ed. Mediterranee

Altre opere[modifica | modifica sorgente]

  • Sri Aurobindo l'avventura della coscienza, Ed. Mediterranee;
  • La genesi del superuomo, Ed. Mediterranee;
  • L'uomo dopo l'uomo, Ed. Mediterranee
  • Il cercatore d'oro, Ed. Mediterranee
  • La mente delle cellule, Ed. Mediterranee
  • La vita senza morte, Ed. Mediterranee
  • La rivolta della terra, Ed. Mediterranee
  • Evoluzione 2, Ed. Mediterranee
  • Far nascere Dio: Lettere da un insubordinato, Ed. Mediterranee
  • Gringo, Ed. Neftasia

Opere non tradotte in italiano[modifica | modifica sorgente]

  • Le Véda ou La Destinée Humaine
  • Le Grand Sens
  • Par le corps de la Terre - ou le sannyasin, Ed. Auropress
  • Sept jours en Inde avec Satprem, Ed. R. Laffont
  • La Tragédie de la Terre (de Sophocle à Sri Aurobindo), Ed. R. Laffont
  • La Clé des Contes, Ed. R. Laffont
  • Une lettre récente de Satprem (1999)
  • Carnets d'une Apocalypse (n.4 volumi), Institut de Recherches Évolutives
  • Néanderthal Regard, Institut de Recherches Évolutives
  • La Légende de l'Avenir, Ed. Robert Laffont
  • Mémoires d'un patagonien
  • L'Oiseau Doël
  • Savitri (come traduttore), Institut de Recherches Évolutives

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 113563437 LCCN: n50080409

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie