Satana a Goray

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Satana a Goray
Titolo originale Der Sotn in Gorey: a mayse fun fartsaytns
Altri titoli Satan in Goray
Autore Isaac Bashevis Singer
1ª ed. originale 1955
1ª ed. italiana 1960
Genere romanzo
Lingua originale yiddish

Satana a Goray (titolo originale Der Sotn in Gorey: a mayse fun fartsaytns) è un romanzo di Isaac Bashevis Singer scritto in lingua yiddish nel 1935 per una rivista chiamata "Globus" e poi pubblicato in inglese nella traduzione di Jacob Sloan (in collaborazione con l'autore), per la prima volta in volume da Noonday Press nel 1955 con il titolo Satan in Goray.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ambientato negli anni successivi alla ribellione cosacca di Chmel'nyc'kyj (1648), racconta la storia del massacro di ebrei legati al culto messianico di un villaggio vicino a Biłgoraj, con la figura controversa di Sabbatai Zevi e gli effetti del suo bando sulla popolazione locale.

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • trad. dall'inglese di Adriana Dell'Orto, Lerici (collana "Narratori d'oggi" n. 7), Milano, 1960
  • trad. dall'inglese di Bruno Oddera, Bompiani (coll. "Tascabili" n. 145), Milano, 1979
  • stessa trad., con uno scritto di Claudio Magris, Longanesi (coll. "La gaja scienza" n. 666), Milano, 2002 ISBN 978-88-304-1757-1
  • stessa trad. in ed. economica, TEA (coll. "TEAdue" n. 1187), Milano, 2004 ISBN 88-502-0601-1
letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura