Sassonia-Lauenburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ducato di Sassonia-Lauenburg
Ducato di Sassonia-Lauenburg – Bandiera Ducato di Sassonia-Lauenburg - Stemma
Ducato di Sassonia-Lauenburg - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome ufficiale Herzogtum Sachsen-Lauenburg
Lingue parlate tedesco
Capitale Lauenburg (sino al 1619)
Ratzeburg (dal 1619)
Politica
Forma di governo monarchia - ducato del S.R.I.
Nascita 1260 con Giovanni I
Causa Divisione del Ducato di Sassonia
Fine 1876 con Guglielmo I di Prussia
Causa Annessione all'Impero di Germania
Territorio e popolazione
Economia
Valuta tallero di Sassonia-Lauenburg
Commerci con Sacro Romano Impero
Religione e società
Religioni preminenti cattolicesimo poi luteranesimo
Religione di Stato cattolicesimo poi luteranesimo
Religioni minoritarie protestantesimo, ebraismo
Classi sociali patrizi, clero, cittadini, popolo
Evoluzione storica
Preceduto da Coat of arms of Lower Saxony.svg Ducato di Sassonia
Succeduto da Wappen landhadeln.jpg Hadeln
Flag of Prussia (1466-1772).svg Regno di Prussia
Stemma di Lauenburg usato durante l'amministrazione prussiana

Il Ducato di Lauenburg, conosciuto anche come Ducato di Sassonia-Lauenburg era un ducato medioevale sovrano (Reichsfreiheit) della regione sud-est dello Schleswig-Holstein e che aveva il suo centro territoriale nel moderno distretto di Lauenburg.

Oltre ai territori attorno alla città di Lauenburg/Elbe, altri territori si aggiunsero al ducato: le terre di Hadeln nell'area del delta del fiume Elba e Amt Neuhaus nel distretto di Lüneburg. Il ducato venne fondato dalle spartizioni del Ducato di Sassonia. Le residenze dei duchi furono a Ratzeburg ed a Lauenburg.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del ducato di Sassonia-Lauenburg come stabilito dal duca Giulio Francesco e confermato dall'imperatore Leopoldo I nel 1671.
Stemma del Sassonia-Lauenburg nel 1605.

Il ducato venne fondato dalla partizione del Ducato di Sassonia nei ducati di Sassonia-Lauenburg e Sassonia-Wittenberg come stato sovrano dell'impero nel 1260 con Giovanni I (1260-1285). Le residenze dei duchi furono tradizionalmente nelle città di Ratzeburg e Lauenburg/Elbe. Per diverso tempo questi reclamarono il diritto elettorale ed il titolo di Grande Elettore alla famiglia regnante in Sassonia.

Nella disputa del 1314 sorta nell'elezione dei due re di Germania, l'Asburgo Federico III ed il cugino Ludovico IV di Wittelsbach, quest'ultimo ricevette cinque dei sette voti, dei quali uno dall'arcivescovo-elettore Baldovino di Lussemburgo di Treviri, il re-elettore di Boemia Giovanni di Boemia, il duca Giovanni II di Sassonia-Lauenburg, l'arcivescovo elettore Pietro di Aspelt di Magonza, il principe-elettore Valdemaro di Brandeburgo. Nell'elezione Federico d'Asburgo ricevette i voti del re illegittimo Enrico di Boemia, l'arcivescovo elettore Enrico II di Virneburg di Colonia, il principe-elettore Rodolfo I di Baviera e il duca Rodolfo I di Sassonia-Wittenberg. Ad ogni modo, solo Ludovico di Baviera, infine, divenne Imperatore e la bolla d'oro del 1356 stabilì di concedere ai Sassonia-Wittenberg il titolo di elettori.


I tre figli di Giovanni I nel 1305 si dividono lo stato finché, estintasi la linea primogenita di Bergedorf Mölln (1401), il ducato è riunificato da Johann IV della linea minore di Ratzeburg Lauenburg; nel 1356, con la Bolla d'oro, la famiglia acquista la dignità ereditaria di Grande Elettore dell'impero. Nel 1586 il ducato, con capitale Laue an der Elbe, diviene protestante e ha col duca Franz II (1581-19) una costituzione che rimane in vigore fino al 1853. Con il decesso dell'ultimo duca, il cattolico e filoimperiale Julius Franz (1666-89), lo stato passa ai duchi di Brunswick Lunenburg (1690) del ramo di Celle (-1705) poi al ramo degli elettori di Hannover, il cui riconoscimento imperiale a favore dell'elettore avviene con diploma del 27.4.1710. Julius Franz lascia due figlie: Anne Marie Franziska (1672-41), vedova del conte palatino Philipp Wilhelm duca von Neuburg (-1693), che sposa (1697) l'ultimo granduca di Toscana, Gian Gastone dei Medici (-1737), e Maria Sibylla Augusta (1675-33) che sposa (1695) il margravio Ludwig Wilhelm di Baden Baden (1655-07). Lo stato dal 1728 è riconfermato feudo dell'impero ed amministrato dall'elettorato di Hannover in modo semiautonomo fino al 1876, quando diviene provincia prussiana.

Duchi di Sassonia-Lauenburg[modifica | modifica wikitesto]

Casa degli Ascani (1260 - 1689)[modifica | modifica wikitesto]

A Giovanni succedettero i suoi tre figli che, dapprima, governarono in coreggenza:

Nel 1305 i fratelli suddivisero il territorio paterno, dando vita alle linee di Bergedorf-Mölln e di Ratzeburg-Lauenburg.

Linea di Bergedorf-Mölln

Nel 1401 la linea principale si estinse e Lauenburg andò alla linea di Ratzeburg-Lauenburg.

Linea di Ratzeburg-Lauenburg

Nel 1401 la linea ereditò anche i possedimenti della linea estinta dei Bergedorf-Mölln e costituì il Ducato di Sassonia-Lauenburg .

Casa dei Guelfi (1689 - 1803)[modifica | modifica wikitesto]

Casa di Braunschweig – Celle (16891705)[modifica | modifica wikitesto]

Casa di Hannover (17051803)[modifica | modifica wikitesto]

Storia moderna[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]