Santuario della Beata Vergine della Creta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 44°50′54.59″N 8°34′32.22″E / 44.848497°N 8.575617°E44.848497; 8.575617

Santuario della Beata Vergine della Creta
Facciata del santuario
Facciata del santuario
Stato Italia Italia
Regione Piemonte
Località Castellazzo Bormida
Religione cattolica
Diocesi Diocesi di Alessandria
Inizio costruzione 1802
Completamento 1848

Il santuario della Beata Vergine della Creta è un edificio religioso sito in piazza Madonnina dei Centauri a Castellazzo Bormida, nella piana tra il torrente Orba e il fiume Bormida in provincia di Alessandria. Dal 1947 la Madonnina dei Centauri è la patrona dei motociclisti.

Cenni storici e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La prima costruzione dell'edificio è dovuta al castellazzese Giovanni Viola in ringraziamento della protezione durante l'epidemia di peste del 1630. La cappella, di circa 100 m2, aveva un soffitto a cassettoni, un campanile e conteneva un quadro raffigurante la Beata Vergine. Dubbi sono l'origine e la provenienza di questo quadro anche se la fattura ne denota l'antichissima datazione. La cappella viene demolita, per incuria, nel 1764.

I Castellazzesi continuano a considerare il luogo sacro perciò, prima viene posta una croce di legno e poi viene eretto un pilone con raffigurata l'immagine della Madonna (il quadro venne posto nella locale chiesa di San Carlo dopo la distruzione della cappella). Nel periodo 1802-1848 si ha la costruzione della nuova chiesa e della cosiddetta "Rotonda" intorno al pilone. Il ritorno del Quadro nella nuova chiesa avvenne nel novembre 1846. Alla fine del XIX secolo si ha l'inizio della costruzione del santuario vero e proprio. Viene inaugurato nel 1905 mentre la facciata con i campanili è terminata nel 1924. Le opere sono state condotte dall'architetto Giuseppe Boidi Trotti, sulla base del progetto dell'architetto Caselli di Alessandria. La facciata è opera del geometra Girolamo Buscaglia.

Nel 1947 Pio XII conferì alla "Madonnina" (chiamata così da tutti i Castellazzesi) il titolo di Patrona dei Centauri, e da più di sessant'anni si tiene la seconda domenica di luglio il "Raduno Internazionale Madonnina dei Centauri"; in quell'occasione le porte della chiesa si aprono alle motociclette e il primo centauro di ogni nazione fa l'ingresso con la sua moto a motore acceso.

Sui muri del corridoio che conduce alla Rotonda e nella Rotonda stessa si trovano molti ex voto a significare la grande devozione per la Beata Vergine della Creta.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]