Santo Stefano al Mare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santo Stefano al Mare
comune
Santo Stefano al Mare – Stemma
Panorama di Santo Stefano al Mare
Panorama di Santo Stefano al Mare
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Liguria.svg Liguria
Provincia Provincia di Imperia-Stemma.png Imperia
Amministrazione
Sindaco Marcello Pallini (Lista civica "Venti nuovi") dal 29/03/2010
Data di istituzione 1797; 1954
Territorio
Coordinate 43°50′14.04″N 7°53′57.52″E / 43.837233°N 7.899311°E43.837233; 7.899311 (Santo Stefano al Mare)Coordinate: 43°50′14.04″N 7°53′57.52″E / 43.837233°N 7.899311°E43.837233; 7.899311 (Santo Stefano al Mare)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 2,55 km²
Abitanti 2 230[1] (31-12-2011)
Densità 874,51 ab./km²
Comuni confinanti Cipressa, Pompeiana, Riva Ligure, Terzorio
Altre informazioni
Cod. postale 18010
Prefisso 0184
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 008056
Cod. catastale I365
Targa IM
Cl. sismica zona 3s (sismicità bassa)
Cl. climatica zona C, 1 062 GG[2]
Nome abitanti santostefanesi o sanstevani
Patrono santo Stefano
Giorno festivo 3 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Santo Stefano al Mare
Posizione del comune di Santo Stefano al Mare nella provincia di Imperia
Posizione del comune di Santo Stefano al Mare nella provincia di Imperia
Sito istituzionale

Santo Stefano al Mare (San Stéva in ligure[3]) è un comune italiano di 2.230 abitanti[1] della provincia di Imperia in Liguria.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

La cittadina ligure è situata sulla costa della Riviera di Ponente.

Clima[modifica | modifica sorgente]

La particolare posizione geografica favorisce un clima eccezionalmente mite, con temperature che durante l'inverno non scendono mai sotto gli 0° e d'estate molto raramente superano i 30°. Dista dal capoluogo circa 13 km.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La torre ennagonale, sede del municipio

Il borgo fu un antico fondo dell'Impero romano denominato Porciana e divenne in seguito un importante feudo di Adelaide di Susa, chiamato anticamente Villaregia. Fu nell'XI secolo che il borgo venne ceduto ai monaci Benedettini dell'abbazia di Santo Stefano di Genova - santo che diede definitivamente il nome alla cittadina - favorendo così lo sviluppo economico e culturale.

Nel 1284 partecipò al fianco della Repubblica di Genova inviando un nocchiero con venti vogatori nella celebre Battaglia della Meloria contro la flotta navale di Pisa per la supremazia commerciale nel mar Mediterraneo. Pochi anni dopo partecipò, sempre alleandosi con la repubblica genovese, alla conquista di Cagliari nel 1290 inviando cinque combattenti.

Si sottomise ufficialmente al governo della Repubblica di Genova nel 1353 ottenendo la nomina di due consoli eletti dal popolo sanstevano, lasciando inoltre invariato il precedente statuto comunale. A seguito delle numerose invasioni e scorribande dei pirati Saraceni il borgo marinaro fu dotato di notevoli torri per la difesa e avvistamento del territorio. Una di queste torri, ennagonale e risalente al 1566, è dal 1987 sede del municipio cittadino.

Così come altri paesi e borghi della repubblica genovese subì dapprima l'invasione dell'esercito austriaco nel 1747 e quello napoleonico francese nel 1797. Decaduta la Repubblica di Genova e istituita la Repubblica Ligure, inserita nei confini del Primo Impero francese (1805), anche Santo Stefano rientrò nei territori di quest'ultima nel Cantone degli Ulivi dipendente da Porto Maurizio.

Nel 1815 fu inglobato nel Regno di Sardegna, così come stabilì il Congresso di Vienna del 1814 anche per gli altri comuni dell'ex repubblica ligure, e successivamente nel Regno d'Italia dal 1861. Nel 1928 il comune fu unito con l'attigua Riva Ligure, separate dal torrente Santa Caterina, fino al 1954 quando si ripristinò l'indipendenza amministrativa tra i due comuni liguri.

Simboli[modifica | modifica sorgente]

Santo Stefano al Mare-Stemma.png

Lo stemma è stato concesso con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri datato al 19 maggio del 1962[4].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Architetture religiose[modifica | modifica sorgente]

  • Oratorio del Santo Cristo. L'oratorio è ubicato adiacente la parrocchiale e fu eretto verso la fine del XVII secolo. Nella facciata esterna si può notare un bassorilievo - in pietra di Vicenza - ritraente la Madonna della Misericordia, due angeli e l'Annunziata. Lo stabile è stato restaurato nel 1984.

Architetture militari[modifica | modifica sorgente]

  • Torre di forma ennagonale presso il lungomare, sede del municipio.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[5]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica sorgente]

Un caruggio del centro storico

Secondo i dati Istat al 31 dicembre 2011[6] i cittadini stranieri residenti a Santo Stefano al Mare sono 161, pari al 7,22% della popolazione comunale.

Qualità della vita[modifica | modifica sorgente]

La località ha ottenuto dalla FEE-Italia (Foundation for Environmental Education) il conferimento della Bandiera Blu per la qualità delle sue spiagge[7] e per la qualità dei servizi del porto turistico ("Marina degli Aregai") nel 2014[8].

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Eventi[modifica | modifica sorgente]

Ogni due anni si tiene l'infiorata, tipica festa paesana e legata all'alta floricoltura, sostentamento per molti abitanti; la festa viene organizzata usualmente nel mese di maggio.

Persone legate a Santo Stefano al Mare[modifica | modifica sorgente]

Economia[modifica | modifica sorgente]

Scorcio di un caruggio del centro storico

Le principali risorse economiche del comune sono le attività legate al turismo vacanziero e all'agricoltura, specie la floricoltura.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Strade[modifica | modifica sorgente]

Santo Stefano al Mare è situata lungo la strada statale 1 Via Aurelia. Il comune non è raggiungibile direttamente tramite autostrada, pertanto il casello autostradale di Arma di Taggia sull'autostrada A10 è l'uscita consigliata per raggiungere la destinazione per chi proviene da Ventimiglia. Per chi invece proviene da Genova l'uscita consigliata è Imperia Ovest.

Ferrovie[modifica | modifica sorgente]

In passato Santo Stefano al Mare era attraversato dalla linea ferroviaria Genova-Ventimiglia e aveva una propria stazione. Il tracciato originario è stato spostato più a monte e il percorso, sgomberato, è stato adibito a pista ciclabile. Questa pista - denominata Pista ciclabile della Riviera Ligure - parte dalla vicina San Lorenzo al Mare e attraversa Santo Stefano, Taggia e raggiunge Sanremo.

La stazione di Taggia-Arma è la fermata ferroviaria più vicina, nel tratto locale compreso tra Ventimiglia e Savona.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1988 1993 Sergio D'Aloisio Partito Comunista Italiano Sindaco
1993 1997 Sergio D'Aloisio Partito Democratico della Sinistra Sindaco
1997 2001 Sergio D'Aloisio Lista civica di Centro-sinistra Sindaco
2001 2005 Angela Caterina Faraldi Lista civica Sindaco
2005 2010 Marcello Pallini Lista civica Sindaco
2010 in carica Marcello Pallini Lista civica "Venti nuovi" Sindaco

Sport[modifica | modifica sorgente]

L'U.S. Santo Stefano 1983 e il Santo Stefano 2005 sono le squadre locali di calcio. L'U.S. Santo Stefano partecipa al campionato di Seconda Categoria.[9] Il Santo Stefano 2005 partecipa al campionato di Prima Categoria.

La Canottieri Santo Stefano al Mare, società di canottaggio nata nel 1988, sta ottenendo risultati sia a livello nazionale e mondiale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Dato Istat al 31/12/2011
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Il toponimo dialettale è citato nel libro-dizionario del professor Gaetano Frisoni, Nomi propri di città, borghi e villaggi della Liguria del Dizionario Genovese-Italiano e Italiano-Genovese, Genova, Nuova Editrice Genovese, 1910-2002.
  4. ^ Fonte dal sito Araldica Civica.it. URL consultato il 6 novembre 2011.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ ISTAT, cittadini stranieri al 31 dicembre 2011. URL consultato il 15 gennaio 2014.
  7. ^ Bandiere blu spiagge dell'anno 2014. URL consultato il 16 maggio 2014.
  8. ^ Bandiere blu Approdi Turistici dell'anno 2014. URL consultato il 16 maggio 2014.
  9. ^ Il sito ufficiale della squadra

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Liguria Portale Liguria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Liguria