Sante Prunati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sante Prunati (Verona, 16561728) è stato un pittore italiano.

Fu allievo del Voltolini e in seguito del Falcieri e a sua volta fu maestro di Giambettino Cignaroli.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 19 anni Sante Prunati si spostò a Vicenza per dipingere nel coro di Sant'Jacopo. Nella stessa Vicenza dipinse la pala d'altare di Sant'Antonio per la chiesa di San Felice. Si spostò quindi a Venezia per lavorare nello studio di Johann Carl Loth.

Andò poi a Bologna, dove dipinse in varie chiese. Lavorò anche a Torino, dove dipinse nel palazzo del Marchese de Pienezza, e a Bergamo. Ricevette importanti commissioni nella sua città natale, fra cui l'esecuzione dei quadri per l'altare per la cappella De Abazia-Lazzari nel Duomo. Partecipò ai decori della Cappella dei Notai a Verona.

Ebbe anche un figlio, Michelangelo, che ne seguì le orme in pittura. Tra i suoi allievi vi furono, oltre al Cignaroli, anche Antonio Mela, Felice Torelli, Giovanni Battista Rubini e Felice Cappelletti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Diego Zannandreis e Giuseppe Biadego, Le vite dei pittori, scultori e architetti veronesi, 1891.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Breve scheda biografica