Santa Maria del Cedro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santa Maria del Cedro
comune
Santa Maria del Cedro – Stemma Santa Maria del Cedro – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Calabria.svg Calabria
Provincia Provincia di Cosenza-Stemma.png Cosenza
Amministrazione
Sindaco Ugo Vetere (Coalizione Continuità nel Cambiamento) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate 39°45′00″N 15°50′00″E / 39.75°N 15.833333°E39.75; 15.833333 (Santa Maria del Cedro)Coordinate: 39°45′00″N 15°50′00″E / 39.75°N 15.833333°E39.75; 15.833333 (Santa Maria del Cedro)
Altitudine 110 m s.l.m.
Superficie 18 km²
Abitanti 4 926[1] (31-01-2013)
Densità 273,67 ab./km²
Frazioni Marcellina, Marina di Santa Maria del Cedro, Pastina
Comuni confinanti Grisolia, Orsomarso, Scalea, Verbicaro
Altre informazioni
Cod. postale 87020
Prefisso 0985
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 078132
Cod. catastale C717
Targa CS
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti santamarioti
Patrono san Michele Arcangelo
Giorno festivo 29 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Santa Maria del Cedro
Posizione del comune di Santa Maria del Cedro all'interno della provincia di Cosenza
Posizione del comune di Santa Maria del Cedro all'interno della provincia di Cosenza
Sito istituzionale

Santa Maria del Cedro è un comune italiano di 4.926 abitanti della provincia di Cosenza in Calabria. Santa Maria del Cedro è situata lungo una delle coste più belle d'Italia, la Riviera dei Cedri. Il cedro è il prodotto tipico di questo paese. Oltre al liquore a base di cedro, prodotto artigianalmente in loco, sono disponibili numerosi prodotti a base di cedro come i canditi ma sono disponibili anche marmellate e cosmetici.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Santa Maria del Cedro è situato all'estremità inferiore della Piana del Lao, vicino ai fiumi Lao e Abatemarco, sulla riva del Tirreno, tra i comuni costieri di Scalea e Diamante. La parte di costa prospiciente è denominata Riviera dei cedri. Si trova a breve distanza dal Parco nazionale del Pollino.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

La localizzazione tra due fiumi non grandi ma comunque aventi efflusso continuo e non trascurabile, che hanno creato una piana, anch'essa non vasta ma assai fertile, spiegano l'originale vocazione agricola della zona. Il clima mediterraneo ha favorito la coltivazione di alcune specie non comuni, quali appunto il cedro, di cui si producono varietà pregiate e naturalmente le classiche coltivazioni mediterranee. La presenza di una vasta spiaggia sul Tirreno, il retroterra dolcemente in salita verso l'Appennino e l'apertura quasi contemporanea della variante alla s. s. 18 e del raddoppio della ferrovia Salerno-Reggio Calabria hanno permesso, in tempi recenti (dopo il 1970), lo sviluppo turistico della zona, con la crescita piuttosto disordinata di case di vacanza e strutture ricettive, non sempre rispettose del paesaggio.

Archeologia[modifica | modifica wikitesto]

Resti dell'acquedotto normanno.

Sul territorio di Santa Maria del Cedro sono presenti numerose testimonianze archeologiche riguardanti praticamente tutti i periodi storici. Sul colle Palecastro, in frazione Marcellina, troviamo i resti della città greca di Laos, i cui numerosi reperti rinvenuti sono oggi conservati nell’antiquarium di Scalea e al Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria. Gli scavi dell’area archeologica sono ostacolati dallo sviluppo urbanistico dell’odierno centro abitato, cresciuto proprio al di sopra di Laos. Interessanti sono i resti dell’abitato alto-medievale di Abatemarco; di particolare effetto scenografico sono i ruderi del Castello di San Michele e l’acquedotto normanno. Di datazione posteriore è il cosiddetto Carcere delle Imprese, una struttura, probabilmente, adibita ai lavori forzati dei detenuti per la produzione di olio. Oggi pregevolmente restaurato e intitolato all'arch. Gabriele Marino, prematuramente scomparso, è sede di manifestazioni culturali. Particolare è anche la Torre Sant’Andrea, parte integrante del sistema difensivo di torri costiere della Riviera dei Cedri.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è attraversato dalla strada statale 18 e vi sono due stazioni ferroviarie della linea Salerno-Reggio Calabria: la stazione di Grisolia-Santa Maria (nel territorio comunale di Grisolia e con questo condivisa) e quella di Marcellina-Verbicaro-Orsomarso, presso la frazione Marcellina. Una buona rete di strade secondarie lo collega a Scalea, Grisolia e Verbicaro.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

La sede municipale si trova in via Nazionale 16, Fax 0985 5510

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 maggio 2005 la 2ª tappa del Giro d'Italia 2005 si è conclusa a Santa Maria del Cedro con la vittoria dell'australiano Robbie McEwen.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 gennaio 2013.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.