Sant'Angelo del Pesco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sant'Angelo del Pesco
comune
Sant'Angelo del Pesco – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Molise-Stemma.svg Molise
Provincia Provincia di Isernia-Stemma.png Isernia
Amministrazione
Sindaco Guglielmo Delle Donne (lista civica Continuità e Rinnovamento) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate 41°53′00″N 14°15′00″E / 41.883333°N 14.25°E41.883333; 14.25 (Sant'Angelo del Pesco)Coordinate: 41°53′00″N 14°15′00″E / 41.883333°N 14.25°E41.883333; 14.25 (Sant'Angelo del Pesco)
Altitudine 805 m s.l.m.
Superficie 15,59 km²
Abitanti 369[1] (31-12-2013)
Densità 23,67 ab./km²
Frazioni Canala
Comuni confinanti Borrello (CH), Capracotta, Castel del Giudice, Gamberale (CH), Pescopennataro, Pizzoferrato (CH), Quadri (CH)
Altre informazioni
Cod. postale 86080
Prefisso 0865
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 094046
Cod. catastale I282
Targa IS
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti santangiolesi
Patrono san Michele Arcangelo
Giorno festivo 29 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Sant'Angelo del Pesco
Posizione del comune di Sant'Angelo del Pesco nella provincia di Isernia
Posizione del comune di Sant'Angelo del Pesco nella provincia di Isernia
Sito istituzionale

Sant'Angelo del Pesco è un comune italiano di 369 abitanti della provincia di Isernia in Molise. Fino al 1790 il suo territorio era ancora parte integrante dell'Abruzzo Citeriore secondo quanto risulta dalle Carte della Calcografia Camerale e di Giovanni Antonio Rizzi Zannoni.[2][3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è stato fondato intorno all'anno 1000 come pagus costituito da poche case costruite intorno ad un convento. Forse il paese è stato dominato dai Longobardi.

All'inizio il paese si chiamò Sant'Angelo del Grifone, mentre nel 1320 cambiò il nome in Sanctus Angelus de Pesculo e nel censimento del 1452 il centro abitato contò 32 fuochi. Le famiglie feudali che tennero Sant'Angelo nel Medioevo furono:

Dal 1829 al 1893 il centro abitato è stato partecipe in molte cause giudiziarie.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • La chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo è del 1886 ed è ad un'unica navata con cappelle laterali. Rosoni in gesso contornano degli affreschi religiosi. Nella lunetta dell'abside è raffigurata l'Ultima cena. Il campanile, illuminato di notte, rende maestoso il profilo della costruzione.
  • La chiesa della Madonna del Carmelo è sita presso il cimitero e risale al XVIII secolo.

L'interno è a 3 navate con cappelle laterali alcune tele ed una rappresentazione del cristo morto. Dal 1849 è sede di una congregazione.

  • Il Colle del Calvario sito verso Via Pisanelli. Consta di una piana con 3 croci in ferro battuto
  • Il Monumento ai caduti della prima guerra mondiale eretto nel 1926. Oltre alla classica lista dei caduti del paese consta di un piedistallo in pietra proveniente dalla Maiella e di una statua raffigurante la Vittoria che bacia un caduto in guerra.
  • Una croce monumentale realizzata con pietra sita presso una masseria.
  • Presso una sala multiuso di un centro comunale è sita una lapide contro il Fascismo.
  • Alcuni portali architettonicamente artistici siti sparsi nel centro storico realizzati da artisti incisori.
  • Presso il Colle della Lama vi è un muro realizzato con pietra locale.
  • Sul balcone naturale di San Luca vi si può ammirare un panorama su un'abetina e sulla Vallata del Sangro.

Il Centro storico e i dintorni[modifica | modifica wikitesto]

Il nucleo originario è posto sulla cima di una collina detta Colle della Lama con strade a spirale che salgono su in maniera circolare che si allarga verso l'originaria struttura religiosa di cui rimane un abbozzo di nome di una via (Via Chiesa Vecchia).

Il percorso delle mura ripercorre e sostituito da Via Vittorio Emanuele III a nord, Piazza Nuonno ad est e Via Marconi a nord ed ovest. Si può ipotizzare dov'erano site le porte: una a sud, una a nord-est ed una ad ovest.

Piazza Nuonno e Piazza dei Caduti sono site nel baricentro della cittadina. L'espansione urbanistica si è avuta in modo costante e lineare.

La 1ª fase corrisponde alla zona di Via Madonna e Via Pisanelli.

La fase seguente è segnata dal Corso Umberto I e Via Roma.

Il villaggio UNRRA ed Europa sono strutturati in case disposte in terrazzamenti a più piani di differente livello.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Geologia[modifica | modifica wikitesto]

I terreni dei dintorni del paese sono di struttura argilloso-arenacea del miocene e in calcare bianco del cretaceo.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

I boschi sono ricoperti di abeti, faggi, acero campestre, acero montano, perastro, sorbo degli uccellatori, sorbo ciaverdello e olmo montano.

Talvolta vi si possono trovare funghi e tartufi.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

È possibile cacciare in collina e pescare sul Sangro.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2013.
  2. ^ http://santanatolia.it/immagini/carte-topografiche/1790-abruzzo-citeriore-e-ulteriore-e-contea-del-molise-definita/image
  3. ^ http://www.danielesquaglia.it/sites/default/files/Zatta_Antonio_1783_carta_geografica_Abruzzo.jpg
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]