Sanpellegrino S.p.A.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Sanpellegrino)
Sanpellegrino S.p.A.
Logo
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Fondazione 1899 a San Pellegrino Terme (BG)
Sede principale San Pellegrino Terme
Gruppo Svizzera Nestlé
Settore Alimentare
Prodotti
Sito web www.sanpellegrino.it

Sanpellegrino S.p.A. è un'azienda italiana che produce acqua minerale e bevande soft drink, fondata nel 1899 a San Pellegrino Terme, in provincia di Bergamo, dove si trovano gli stabilimenti di produzione. L'azienda detiene il marchio S. Pellegrino.

Sanpellegrino conta in Italia dieci siti produttivi, compresa la sede centrale, controlla numerosi altri marchi nel settore delle acque minerali (ad esempio Levissima, Recoaro, Vera, San Bernardo, Panna, Pejo) e fa capo alla svizzera Nestlé.

La società occupa complessivamente circa 1.850 lavoratori, per un fatturato che si aggira intorno ai 900 milioni di euro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Benché le proprietà del territorio brembano fossero note già da molti secoli, la storia della società Sanpellegrino S.p.A. inizia solamente negli ultimi anni del XIX secolo[1].

Una bottiglia da 75 cl in vendita negli Stati Uniti.

La fama della fonte attirava già tra Settecento e Ottocento membri dell’aristocrazia da tutta Europa[2][3] tanto che, vista l’affluenza di visitatori, il proprietario del terreno adiacente alla fonte, Pellegrino Foppoli, nel 1760 decise di costruire una struttura a pagamento attrezzata con sedute e vasche di legno per fruire dell’acqua, dando origine a quello che nell’Ottocento si sarebbe evoluto nel sistema termale[4].

Nel 1842 il comune di San Pellegrino Terme decide di cedere il 75% della fonte a Ester Palazzolo[5], a condizione che la quota rimanente venisse lasciata libera per gli abitanti della zona, che avevano la possibilità di attingere all’acqua da un condotto esterno, senza dover pagare nulla[6]. Nasce così il primo vero stabilimento termale della zona[7].

Il grande potenziale economico della zona viene intuito però alla fine del XIX secolo da Cesare Mazzoni, che il 21 maggio 1899 fonda la Società Anonima delle Terme di San Pellegrino, appellativo che identifica l’azienda fino al 1970 quando diventa semplicemente Sanpellegrino[8].

Nel 1900, primo anno di attività dell’azienda, vengono imbottigliate 35.5430 di bottiglie al prezzo di 7 lire al litro[9][10], 5.000 delle quali destinate al mercato straniero. Su iniziativa dell’imprenditore, tra il 1901 e il 1906 l’azienda punta a sostenere l’immagine dell’acqua realizzando il nuovo impianto termale, il Grand Hotel e il Casinò[11], novità che contribuiscono ad aumentare il numero di visitatori e a diffondere l’immagine del prodotto, che ormai viene distribuito ben oltre le città europee.

Cassette di bottiglie vuote nello stabilimento di San Pellegrino Terme

Alla morte di Cesare Mazzoni, in concomitanza con lo scoppio della guerra, l’azienda va incontro ad un periodo di declino fino al 1925 con l’arrivo di Ezio Granelli[12][13][14]. Da semplice rappresentante farmaceutico, Granelli fece fortuna investendo nel brevetto Magnesia Sanpellegrino[15], tanto da avere la possibilità di acquisire la società e portarla ad un nuovo sviluppo tecnologico e innovativo[16]; dopo aver rinnovato l’impianto termale e lo stabilimento di imbottigliamento[17] (si conta che con le nuove apparecchiature fosse possibile imbottigliare fino a 120.000 bottiglie al giorno), è uno degli sviluppatori della gamma agrumaria delle bibite Sanpellegrino, elemento che porta l’azienda ad aumentare costantemente le proprie vendite all’estero ed a imporsi come leader del settore nel mercato italiano[18][19].La nuova fortuna dell’azienda si deve infatti all’introduzione dei cosiddetti Soft drink, primo tra tutti l'Aranciata[2], nata dalla fusione tra acqua minerale S.Pellegrino, succo di arancia siciliana e zucchero[20]; grazie a questo nuovo prodotto, presentato nel 1932 alla Fiera Campionaria di Milano, la compagnia vede il proprio capitale raddoppiare nel giro di soli tre anni[21].

Dal 1949 in poi accanto ad Aranciata vengono lanciati nuovi prodotti, come Aranciata Amara, in onore dei cinquant’anni dell’attività, e poco dopo Chinotto, altro prodotto di punta dell’azienda[22].

Nel 1957 la direzione passa nelle mani di Giuseppe Mentasti, genero di Granelli[12], che contribuisce alla nascita pochi anni dopo del primo aperitivo analcolico, il Bitter Sanpellegrino, e all’acquisizione di un altro importante prodotto, Acqua Panna[23]. Nel 1968 la compagnia diventa, con una media di 150 milioni di bottiglie vendute, uno dei colossi della ristorazione, e questa crescita continua negli anni successivi con la costruzione del nuovo stabilimento e con l’introduzione di sempre nuovi prodotti come Pompelmo, Cedrata, Cocktail, Doré, Sanbittèr Dry, Old Tonic.

Nel 1984 si fa strada in azienda la figura di Paolo Luni, prima come General Manager ed infine come CEO. Sotto la sua guida la società cresce tanto da essere in grado di assorbire, nel 1990, Crippa&Berger (Fonti Levissima)[24][25][26].

Negli anni successivi Sanpellegrino S.p.A. si è trovata ad entrare in relazione con numerose altre aziende del settore, tra cui Perrier, fino al suo completo assorbimento da parte del gruppo Nestlè nel 1999[27][12].

Sanpellegrino conta in Italia 10 siti produttivi compresa la sede centrale e occupa circa 1.850 lavoratori; gestisce marchi come Vera, Levissima, Recoaro, S. Bernardo, Panna e Pejo per un fatturato che si aggira intorno ai 900 milioni di euro[28].

Attualmente circa il 90% della produzione dell'azienda, che è presente su circa 153 paesi del mondo[29],è assorbita dall’export[30]; Stati Uniti, Francia, Italia, Germania, Regno Unito rappresentano i mercati tradizionali, mentre negli ultimi anni l'azienda ha puntato a sviluppare anche Cina, Giappone, Corea, Brasile e Russia[31][32][29].

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Acque Minerali[modifica | modifica wikitesto]

  • S. Pellegrino: sgorga dalle fonti brembane di San Pellegrino Terme e fin dal XIX secolo è nota per le sue proprietà benefiche[33], grazie alla ricchezza di sali minerali[34].
  • Acqua Panna: nota dall'epoca romana[35], lungo la strada che portava da Bologna a Firenze, sgorga a circa 900 m.s.l.m.[36]. Entra a far parte del gruppo Sanpellegrino nel 1957 ed accompagna l'acqua S.Pellegrino come suo corrispettivo naturale[37][38].
  • Recoaro: sgorga a 880 m.s.l.m. dalla Conca di Smeraldo a Recoaro Terme[39] , antico centro termale noto dal 1600 ed in attività dal 1927[40]. Entra a far parte del gruppo Sanpellegrino nel 1992[41].
  • Levissima: nasce in un'area protetta vicino al Parco Nazionale dello Stelvio[42] . Nel 1936 il Professor Piccagnoni ottiene la concessione della sorgente e l'acqua entra in attività; diviene parte del gruppo Sanpellegrino nel 1993 [43].
  • S.Bernardo: nasce a 1.300 metri di altezza tra le Alpi marittime[44], è caratterizzata da un basso contenuto di sodio e quindi classificata come "minimamente mineralizzata".[45]. Entra a far parte del gruppo Sanpellegrino nel 1998[46].
  • Nestlé Vera': disponibile in vari formati che sgorgano dalle sorgenti di San Giorgio in Bosco, vicino a Padova[47] , sui Monti Sicani in provincia di Agrigento[47] o dalle Alpi piemontesi presso Ormea[47].

Soft Drinks[modifica | modifica wikitesto]

  • Aranciata Sanpellegrino: realizzata con arance italiane ed acqua S.Pellegrino[48][49], è stata introdotta negli anni '30 da Ezio Granelli[50]. Il prodotto è oggi disponibile in tre varianti: Classica, Amara e Dolce[51] [52];
  • Chinò Sanpellegrino: nasce agli inizi degli anni '50 con il nome di "Chinotto" e viene poi ribattezzato "Chinò" durante gli anni '80 [53]. Si contraddistingue per un gusto amaro [54], conseguenza dell'agrume da cui deriva [55];
  • Limonata Sanpellegrino: realizzata con succo di limone[56], viene introdotta nel 1960[57];
  • Incontri Sanpellegrino: nascono nel 2013 dall'unione di diversi ingredienti [58]. Si tratta di bevande analcoliche frizzanti [59] disponibili in due versioni: arance e fichi d'india, limone e menta[59].
  • Specialità del Gusto: rientrano in questa categoria una serie di bevande classiche di Sanpellegrino come: Limonata, Gassosa, Cedrata, Cocktail, Silver Cocktail e Old Tonic[60]. Disponibili sia versione PET da125 cl sia nelle tradizionali clavette in vetro[61];
  • Acqua brillante Recoaro: nata dal marchio storico del 1954[62];

Aperitivi[modifica | modifica wikitesto]

  • Sanbittèr: nasce nel 1961 con il nome di "Bitter Sanpellegrino"[63] [64]; ribattezzato "Sanbittèr" nel 1975, è stato il primo aperitivo analcolico in Italia[64]. A base di zucchero, estratti agrumari, spezie ed erbe[65], presenta un gusto prevalentemente amaro [66].
  • Sanbittèr emozioni di Frutta: lanciato nel 2011 in occasione dei 50 di Sanbittèr[67] [68], è disponibile nelle varianti Pompelmo, Passion Fruit e Ribes Nero[69]. Nel 2014 vince il "premio Food-scelto dagli esperti" nella categoria bevande[70] [71].
  • Sanbittèr emozioni di Spezie: nasce nel 2013 dopo la gamma delle "Emozioni di Frutta"[72]; è presente in due varianti: Peperoncino e Cannella[73].
  • Gingerino: prodotto storico del marchio Recoaro[74], presenta un gusto amarognolo e leggermente frizzante[74].

Premi e Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

S. Pellegrino è stata premiata dell'Istituto Internazionale del Gusto e della Qualità (iTQi) di Bruxelles con il Superior Taste Award[75].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ S.Pellegrino Sparkling Natural Mineral Water. URL consultato il 5 novembre 2014.
  2. ^ a b San Pellegrino-More than 600 years of sparkle. URL consultato il 5 novembre 2014.
  3. ^ Aldo Zappalà, La storia siamo noi: I crhonicon della Valle Brembana, RAI2, 30 maggio 2012. URL consultato il 27 ottobre 2014.
  4. ^ San Pellegrino Terme e la sua comunità. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  5. ^ San Pellergino, Live in Italian!. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  6. ^ San Pellergino Sparkling Water 750ml. URL consultato il 31 ottobre 2014.
  7. ^ Acque minerali e terme in Valle Brembana. URL consultato il 30 ottobre 2014.
  8. ^ La costruzione di una città termale: San Pellegrino e la sua "Belle époque". URL consultato il 3 novembre 2014.
  9. ^ Un secolo di bollicine: la San Pellegrino festeggia i 100 anni. URL consultato il 4 novembre 2014.
  10. ^ San Pllegrino, Live in Italian!. URL consultato il 4 novembre 2014.
  11. ^ S.Pellegrino label: do you know the story?. URL consultato il 4 novembre 2014.
  12. ^ a b c San Pellegrino S.p.a Company. URL consultato il 5 novembre 2014.
  13. ^ (FR) Le mythe du Nautilus et du capitaine Nemo. URL consultato il 5 novembre 2014.
  14. ^ San Pellegrino, Live in Italian!. URL consultato il 5 novembre 2014.
  15. ^ Mio nonno brevettò la magnesia, io faccio birra. URL consultato il 6 novembre 2014.
  16. ^ Aldo Zappalà, La storia siamo noi: I crhonicon della Valle Brembana, RAI2, 30 maggio 2012. URL consultato il 27 ottobre 2014.
  17. ^ S.Pellegrino Sparkling Mineral water. URL consultato il 6 novembre 2014.
  18. ^ Sanpellegrino, leader di mercato. URL consultato il 6 novembre 2014.
  19. ^ Aranciata. URL consultato il 6 novembre 2014.
  20. ^ 80 anni di bollicine. URL consultato il 7 novembre ????.
  21. ^ Sanpellegrino fruit beverages. URL consultato il 7 novembre 2014.
  22. ^ http://www.sanpellegrino.com/it/it/main/leggenda/heritage/camminata_attraverso_tempo.aspx
  23. ^ http://www.global-wines.cz/sanpellegrino/historie.php
  24. ^ http://www.treccani.it/enciclopedia/san-pellegrino_(Dizionario_di_Economia_e_Finanza)/)
  25. ^ http://archiviostorico.corriere.it/1994/luglio/12/San_Pellegrino_beve_acqua_Levissima_co_0_940712764.shtml
  26. ^ http://badamlisu.com/badamli/company/key-dates-in-history.html
  27. ^ http://archiviostorico.corriere.it/1999/luglio/02/secolo_bollicine_San_Pellegrino_festeggia_co_5_9907022729.shtml
  28. ^ http://www.treccani.it/enciclopedia/san-pellegrino_(Dizionario_di_Economia_e_Finanza)/
  29. ^ a b http://archiviostorico.corriere.it/2013/maggio/14/export_spinge_Sanpellegrino_Bene_Cina_co_0_20130514_a5a1e5b4-bc5a-11e2-8872-398923aac33c.shtml
  30. ^ http://www.foodweb.it/2014/03/sanpellegrino-cresce-grazie-allexport/
  31. ^ http://www.sanpellegrino-corporate.it/dati-record-export-2010.aspx
  32. ^ http://news.valbrembanaweb.com/index.php/le-vendite-sanpellegrino-trainate-dallexport/
  33. ^ http://www.sanpellegrino-corporate.it/acqua-s-pellegrino.aspx
  34. ^ http://www.sanpellegrino-corporate.it/acqua-s-pellegrino.aspx
  35. ^ http://www.acquapanna.com/it/it/main/storia/leggenda_medici/default.aspx
  36. ^ http://www.sanpellegrino-corporate.it/acqua-panna.aspx
  37. ^ http://www.sanpellegrino.com/int/en/main/the_legend/heritage/a_walk_trough_time.aspx
  38. ^ http://www.confindustria.it/Conf/confawex2011PR.nsf/ELAZFIN/C347ECBE2653CC29C125791A0041B1FB?OpenDocument
  39. ^ http://www.sanpellegrino-corporate.it/acqua-recoaro.aspx
  40. ^ http://www.recoaro.it/storia.html
  41. ^ http://www.laraste.it/recoaro/storia-acqua-bibite.php
  42. ^ http://www.sanpellegrino-corporate.it/levissima.aspx
  43. ^ http://www.confindustria.it/Conf/confawex2011PR.nsf/ELAZFIN/C347ECBE2653CC29C125791A0041B1FB?OpenDocument
  44. ^ http://www.sanpellegrino-corporate.it/acqua-s-bernardo.aspx
  45. ^ http://www.sanbernardo.it/capitoli/storia.html
  46. ^ http://www.sanbernardo.it/capitoli/storia.html
  47. ^ a b c http://www.sanpellegrino-corporate.it/nestle-vera.aspx
  48. ^ http://www.sanpellegrino-corporate.it/aranciata-sanpellegrino.aspx
  49. ^ http://www.mantovanetwork.com/bibite/1287-aranciata-san-pellegrino.html
  50. ^ http://www.ecodibergamo.it/stories/Economia/268490_la_prima_miscela__del_1932_sanpellegrino_invent_laranciata/?attach_m
  51. ^ http://drinkstation.blogspot.it/2010/02/san-pellegrino-laranciata-amara.html
  52. ^ http://www.sanpellegrino-corporate.it/aranciata-sanpellegrino.aspx
  53. ^ http://www.sanpellegrino-corporate.it/chino-sanpellegrino.aspx
  54. ^ http://www.bibitaro.it/chinotti/chino-sanpellegrino/
  55. ^ http://drinkstation.blogspot.it/2010/01/san-pellegrino-chino.html
  56. ^ http://drinkstation.blogspot.it/2009/05/san-pellegrino-limonata.html
  57. ^ http://www.sanpellegrino-corporate.it/limonata-sanpellegrino.aspx
  58. ^ http://www.sanpellegrino-corporate.it/incontri-sanpellegrino.aspx
  59. ^ a b http://www.ilfattoalimentare.it/sanpellegrino-nuova-bibita-incontri-mix-frutta-sapori-italiani-troppi-zuccheri.html
  60. ^ http://tempolibero.blogosfere.it/post/311396/sanpellegrino-i-soft-drink-specialita-del-gusto-in-versione-restyled
  61. ^ http://www.beverfood.com/sanpellegrino-nascono-specialita-del-gusto/
  62. ^ http://www.beverfood.com/bibita/acqua-brillante-recoaro
  63. ^ http://www.sanbitter.it/la-storia
  64. ^ a b http://www.sanpellegrino-corporate.it/sanbitter.aspx
  65. ^ http://www.sanpellegrino-corporate.it/sanbitter.aspx
  66. ^ http://www.drinks.seriouseats.com/2012/03/soda-sanbitter-from-san-pellegrino.html
  67. ^ http://www.sanpellegrino-corporate.it/sanbitter-emozioni-di-frutta.aspx
  68. ^ http://www.sanbitter.it/la-storia
  69. ^ http://www.sanbitter.it/prodotti
  70. ^ http://www.foodweb.it/2014/09/food-premia-linnovazione/
  71. ^ http://www.beverfood.com/sanbitter-emozioni-sale-podio-premio-food-categoria-bevande/
  72. ^ http://www.sanbitter.it/la-storia
  73. ^ http://www.beverfood.com/sanpellegrino-lancia-sanbitter-emozioni-di-spezie-un-mondo-stuzzicante-racchiuso-in-un-aperitivo/
  74. ^ a b http://www.sanpellegrino-corporate.it/gingerino.aspx
  75. ^ iTQi - Crystal Taste Award

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina