Sandy Cohen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sanford Cohen
Universo The O.C.
Lingua orig. Inglese
Soprannome Sandy
Autore Josh Schwartz
1ª app. in Orange County
Ultima app. in Nella fine, il principio
Interpretato da Peter Gallagher
Voce italiana Luca Ward
Sesso Maschio
Professione *Difensore d'ufficio
  • Avvocato per la Patridge, Savage and Khan
  • CEO del Newport Group
  • Sindaco di Newport (solo nell'episodio della quarta stagione "Realtà parallela")
  • Professore di giurisprudenza a Berkeley
Parenti

Sanford "Sandy" Cohen è un personaggio di fantasia, uno dei protagonisti della serie statunitense The O.C.. È interpretato da Peter Gallagher, doppiato in italiano da Luca Ward.

Descrizione del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Sandy è originario del Bronx ed è di famiglia ebrea; ha un fratello e una sorella di cui dalla serie non si appura nulla. Sua madre Sophie Cohen lo crebbe da sola, abbandonata dal marito. A 16 anni, vinta una borsa di studio a Berkeley, Sandy abbandona la famiglia per laurearsi in Legge. All'università conoscerà Kirsten Nichol, sua futura moglie. I due avranno un figlio, Seth e diventeranno tutoti legali di Ryan Atwood, cliente di Sandy.

Sandy è il centro morale della serie, aiutando spesso Seth e Ryan a risolvere i loro problemi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Prima stagione: l'accoglienza di Ryan in casa Cohen[modifica | modifica wikitesto]

Sandy, di professione difensore d'ufficio, è sposato con Kirsten Cohen. Il loro solo figlio è Seth, un ingenuo sognatore. Come pubblico difensore, quando la serie inizia, Sandy accoglie in casa Ryan Atwood, che ha rubato un'auto con suo fratello Trey, durante il tempo finisce per diventare il tutore legale di Ryan.

Sandy ha un matrimonio stabile con Kirsten, con alcuni screzi superficiali che si risolvono in breve tempo, come quelli che nella prima stagione ruotano intorno a Jimmy Cooper, ex-fidanzato di Kirsten e vicino di casa della famiglia Cohen.

Durante la prima stagione, Sandy lascia il suo lavoro come avvocato d'ufficio e comincia a lavorare per la Patridge, Savage and Khan, un importantissimo studio legale, spinto da una vecchia collega a Berkeley, Rachel Hoffman. È lei un'altra causa di screzi fra i coniugi Cohen, soprattutto quando Kirsten trova il marito in "riunione" con Rachel davanti a un paio di drink. In seguito la Patridge, Savage and Khan intenta causa al Newport Group e Rachel propone a Sandy di lavorare con lei al caso; i due si ritrovano spesso a lavorare fino a tardi e Rachel ne approfitta per provarci con Sandy, il quale rifiuta ogni sua avance.

Seconda stagione: la crisi con Kirsten[modifica | modifica wikitesto]

Nella seconda stagione Sandy ritrova una vecchia fiamma, Rebecca Bloom, figlia di un suo vecchio professore di Berkeley; Rebecca è ricercata dall'FBI per un atto sovversivo da lei compiuto vent'anni prima e Sandy l'aiuta a nascondersi a Newport, inizialmente per salutare il padre morente, poi per difenderla in tribunale. Ben presto i due diventano molto intimi, complice il silenzio di Sandy con la moglie, e si scambiano un bacio; l'episodio resta tuttavia isolato. Sandy sceglie di restare al fianco di Kirsten e Rebecca è costretta alla fuga, scomparendo per sempre.

Nonostante la fuga di Rebecca, i problemi di Sandy con la moglie non si risolvono. Carter Buckley viene assunto come editore di Newport Living, rivista curata da Kirsten e Julie; si tratta di un attivista politico con cui Sandy stringe subito amicizia, ma verso cui la moglie Kirsten sviluppa un forte legame affettivo. La morte di Caleb e la partenza di Carter provano a tal punto Kirsten da indurla a bere sempre di più, costringendo Sandy a farla curare in una clinica apposita.

Terza stagione: l'allontanamento dalla famiglia[modifica | modifica wikitesto]

La terza stagione vede un progressivo avvicinamento di Sandy al Newport Group: la morte di Caleb e i problemi di Kirsten con l'alcol lo costringono ad occuparsi sempre più della società. Quando Kirsten, tornata a casa, decide di vendere il Newport Group, il giovane Matt Ramsey convince Sandy a diventare il nuovo CEO del gruppo: l'ex-pubblico ministero crede così di poter guidare la società secondo i suoi saldi principi etici.

Ben presto Sandy si rende conto che gli affari e l'etica difficilmente vanno d'accordo e in breve viene talmente coinvolto dal suo nuovo impiego da allontanarsi totalmente dalla sua famiglia. Resosi conto della situazione, decide di lasciare il Newport Group, la cui sede è andata a fuoco a causa di Seth, e ritornare al suo vecchio impiego, il pubblico ministero.

Quarta stagione: il "terzo" figlio e la carriera da professore[modifica | modifica wikitesto]

La quarta stagione vede nuovamente impegnato Sandy nell'aiutare la sua famiglia, e Ryan in particolare: prima, con l'aiuto di tutta la famiglia Cohen, lo convince a tornare a casa, poi lo convince a non uccidere Volchok e infine lo induce ad aiutare Taylor con i suoi problemi matrimoniali.

Durante i festeggiamenti per il 40º compleanno di Kirsten, Sandy apprende che la moglie è incinta, accogliendo con enorme felicità la notizia. Inoltre dà una mano durante l'emergenza legata al terremoto.

Infine, con il trasferimento a Berkeley della famiglia Cohen, Sandy abbandona il suo lavoro come pubblico ministero e diventa professore di legge all'università di Berkeley.

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione