Sandro Raniere Guimarães Cordeiro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sandro
SandroRanieri.jpg
Dati biografici
Nome Sandro Raniere Guimarães Cordeiro
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 188 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista difensivo
Squadra Tottenham Tottenham
Carriera
Giovanili
2005-2007 Internacional Internacional
Squadre di club1
2008-2010 Internacional Internacional 69 (4)
2010- Tottenham Tottenham 78 (3)
Nazionale
2008
2009-
2012
Brasile Brasile U-20
Brasile Brasile
Brasile Brasile Olimpica
8 (1)
17 (1)
7 (2)
Palmarès
 Sudamericano Under-20
Oro Venezuela 2009
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Argento Londra 2012
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 marzo 2014

Sandro Raniere Guimarães Cordeiro, noto semplicemente come Sandro (Riachinho, 15 marzo 1989), è un calciatore brasiliano, centrocampista del Tottenham.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

DRUCCIO[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Internacional[modifica | modifica sorgente]

Ha militato nelle giovanili dell'Internacional fino al 2008. Viene aggregato alla squadra nel 2008 ed inizia a collezionare varie presenze nel ruolo di centrocampista difensivo a causa dell'assenza di Edinho, malato di Epatite A.

Tottenham[modifica | modifica sorgente]

Il 26 marzo 2010 è stato ufficializzato il suo acquisto da parte del Tottenham, presso cui il giocatore si trasferirà al termine dei Mondiali in Sudafrica e della Coppa Libertadores 2010.[1] Ha segnato il suo primo gol in Premier League allo Stamford Bridge contro il Chelsea con un tiro da fuori area, firmando il momentaneo vantaggio per la sua squadra (2-1 per il Chelsea il risultato finale).

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

È stato capitano della Nazionale campione del Campionato sudamericano di calcio Under-20 2009, indossando la maglia numero 5. Ha segnato uno dei tre gol nella partita contro il Venezuela.

Ha esordito con la maglia della Nazionale maggiore il 10 settembre 2009 nella partita contro il Cile subentrando a Julio Baptista.

L'11 novembre 2011 sigla la sua prima rete con la maglia della Seleção, nell'amichevole contro il Gabon.[2]

Viene convocato per giocare le Olimpiadi di Londra 2012. Segna nella sfida del 1º agosto nella fase a gironi contro la Nuova Zelanda. La Nazionale brasiliana concluderà il torneo qualificandosi al secondo posto, dietro la Nazionale messicana campione, perdendo nella finale di Wembley per 2-1 l'11 agosto.[3][4]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 8 marzo 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2008 Brasile Internacional A 7 2 CB - - - - - - - - 7 2
2009 CG+A 13+27 0+1 CB - - CL+CS 4+4 0+0 - - - 48 1
2010 CG+A 13+9 0+1 CB - - CL+CS 16+2 0+0 RS+Cmc 1+1 0+0 42 1
Totale Internacional 69 4 26 0 2 0 97 4
2010-2011 Inghilterra Tottenham PL 19 1 FACup+CdL 2+1 0+0 UCL 4 0 - - - 26 1
2011-2012 PL 23 0 FACup+CdL 1+1 0+0 UEL 2 0 - - - 27 0
2012-2013 PL 22 1 FACup+CdL 0+0 0+0 UEL 5 0 - - - 27 1
2013-2014 PL 14 1 FACup+CdL 0+1 0+0 UEL 5 0 - - - 20 1
Totale Tottenham 78 3 6 0 16 0 99 3
Totale carriera 147 7 6 0 41 0 2 0 196 7

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Internacional: 2008, 2009
Internacional: 2008
Internacional: 2009
Internacional: 2010

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Venezuela 2009
Londra 2012

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Novita' Di Mercato
  2. ^ Il Brasile scopre Hernanes:E' decisivo nel 2-0 al Gabon, gazzetta.it, 10-11-2011. URL consultato il 05-01-2012.
  3. ^ (EN) Peralta nets match-winning brace for Mexico, london2012.com. URL consultato il 13 agosto 2012.
  4. ^ Messico oro, battuto 2-1 il Brasile in finale, tuttosport.com, 11-08-12. URL consultato il 13-08-12.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]