Sandro Munari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sandro Munari
Munari sanremo 75.jpg
Sandro Munari e Mario Mannucci su Lancia Stratos al Rally di Sanremo del 1975
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Dati agonistici
Categoria Rally
Ritirato 1984
Carriera
Carriera nel mondiale Rally
Esordio 1973
Stagioni dal 1973 al 1984
Scuderie Lancia, Fiat
Mondiali vinti 1 (1977)
Rally disputati 36
Rally vinti 7
Speciali vinte 132
Podi 14
Punti ottenuti 7
Palmarès
Campionato mondiale 1 trofeo
Campionato europeo 1 trofeo
Campionato italiano 2 trofei
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 18 novembre 2011

Sandro Munari (Cavarzere, 27 marzo 1940) è un ex pilota di rally italiano, campione del mondo nel 1977.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Sandro Munari a bordo di una Lancia Stratos Turbo 2005

Conosciuto con il soprannome de Il Drago di Cavarzere[1], la sua notorietà deriva soprattutto dal fatto di essere stato il primo italiano ad aggiudicarsi la Coppa Fia per piloti, nel 1977, a bordo di una Lancia Stratos. La sua attività agonistica nelle corse su strada ad alto livello iniziò nel 1965 con la partecipazione al campionato nazionale rally e proseguì con le prime vittorie del titolo nazionale nel 1967 e 1969.

In campo internazionale la sua prima vittoria del campionato europeo risale al 1973, intervallata ad una puntata nelle competizioni automobilistiche di velocità culminate nella vittoria alla Targa Florio del 1972 e al quarto posto alla 1000 km di Zeltweg, sempre del 1972, ottenute a bordo di una Ferrari 312 PB avendo come compagno di squadra un altro famoso campione italiano dell'epoca, Arturo Merzario.

Il suo nome resta comunque indissolubilmente legato ad una casa, la Lancia e ad una competizione, il Rally di Montecarlo. La prima è stata quella a cui è sempre stato fedele per anni, utilizzando le Flavia, Fulvia e soprattutto la Stratos che lo portò appunto alla conquista del titolo mondiale nel 1977. Solo al momento del ritiro della Stratos dalle competizioni passò alla guida di una Fiat 131. Al Rally di Montecarlo Munari ha colto i suoi più eclatanti successi, vincendolo una prima volta nel 1972 ed ottenendo altri tre successi, consecutivi, dal 1975 al 1977.

Dopo il ritiro dal mondo del rallysmo mondiale, terminato con 7 vittorie in gare valide per il campionato mondiale, partecipò ancora fino al 1984 ad alcune competizioni desertiche come il Rally Dakar o il Rally dei Faraoni, utilizzando vetture diverse tra cui anche la Lamborghini LM 002. La sua attività nel mondo sportivo è stata anche oggetto della scrittura di un libro di memorie, in collaborazione con Sergio Remondino, dal titolo Sandro Munari. Una Vita di Traverso. Per non staccarsi completamente dal mondo dei motori Munari ha iniziato anche un'attività di organizzatore di corsi di guida sicura che si svolge presso il circuito di Adria. Sempre in quest'ambito crea la Abarth Driving School, di cui è direttore, in collaborazione con Abarth. La sede della scuola è situata presso il circuito di prova del Gruppo FIAT, a Balocco in provincia di Vercelli.

Dal 2013 collabora con la rivista italiana "TopGear".

Risultati nel mondiale rally[modifica | modifica sorgente]

1973 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Sweden.svg Flag of Portugal.svg Flag of Kenya.svg Flag of Morocco.svg Flag of Greece (1970-1975).svg Flag of Poland.svg Flag of Finland.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of France.svg Punti Pos.
Lancia Fulvia Coupé HF Rit -[2]
1974 Scuderia Vettura Flag of Portugal.svg Flag of Kenya.svg Flag of Finland.svg Flag of Italy.svg Flag of Canada.svg Flag of the United States.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of France.svg Punti Pos.
Lancia[3] Lancia Fulvia Coupé HF[4]
Lancia Stratos HF
3 1 1 Rit 3 Rit -[2]
1975 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Sweden.svg Flag of Kenya.svg Flag of Greece (1822-1978).svg Flag of Morocco.svg Flag of Portugal.svg Flag of Finland.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Punti Pos.
Lancia Alitalia[5] Lancia Stratos HF 1 2 Rit Rit Rit -[2]
1976 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Sweden.svg Flag of Portugal.svg Flag of Kenya.svg Flag of Greece (1822-1978).svg Flag of Morocco.svg Flag of Finland.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Punti Pos.
Lancia Alitalia[3] Lancia Stratos HF 1 1 Rit 3 2 1 4 -[2]
1977 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Sweden.svg Flag of Portugal.svg Flag of Kenya.svg Flag of New Zealand.svg Flag of Greece (1822-1978).svg Flag of Finland.svg Flag of Canada.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Punti Pos.
Lancia Alitalia[5] Lancia Stratos HF 1 3 Rit Rit 25 31[6]
1978 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Sweden.svg Flag of Kenya.svg Flag of Portugal.svg Flag of Greece (1822-1978).svg Flag of Finland.svg Flag of Canada.svg Flag of Italy.svg Flag of Côte d'Ivoire.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Punti Pos.
Lancia Pirelli[3] Lancia Stratos HF[7]
Fiat 131 Abarth Rally
Rit Rit Rit Rit 3 25 0[6]
1979 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Sweden.svg Flag of Portugal.svg Flag of Kenya.svg Flag of Greece.svg Flag of New Zealand.svg Flag of Finland.svg Flag of Canada.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Côte d'Ivoire.svg Punti Pos.
Fiat Fiat 131 Abarth Rally 10 1 73º
1980 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Sweden.svg Flag of Portugal.svg Flag of Kenya.svg Flag of Greece.svg Flag of Argentina.svg Flag of Finland.svg Flag of New Zealand.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Côte d'Ivoire.svg Punti Pos.
Fiat 131 Abarth Rally 10 6 36º
1981 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Sweden.svg Flag of Portugal.svg Flag of Kenya.svg Flag of France.svg Flag of Greece.svg Flag of Argentina.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of Finland.svg Flag of Italy.svg Flag of Côte d'Ivoire.svg Flag of the United Kingdom.svg Punti Pos.
Dodge Ramcharger Rit 0
1982 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Sweden.svg Flag of Portugal.svg Flag of Kenya.svg Flag of France.svg Flag of Greece.svg Flag of New Zealand.svg Flag of Brazil (1968-1992).svg Flag of Finland.svg Flag of Italy.svg Flag of Côte d'Ivoire.svg Flag of the United Kingdom.svg Punti Pos.
Porsche 911 SC Rit 0
1983 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Sweden.svg Flag of Portugal.svg Flag of Kenya.svg Flag of France.svg Flag of Greece.svg Flag of New Zealand.svg Flag of Argentina.svg Flag of Finland.svg Flag of Italy.svg Flag of Côte d'Ivoire.svg Flag of the United Kingdom.svg Punti Pos.
Autodelta Alfa Romeo GTV6 Rit 0
1984 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Sweden.svg Flag of Portugal.svg Flag of Kenya.svg Flag of France.svg Flag of Greece.svg Flag of New Zealand.svg Flag of Argentina.svg Flag of Finland.svg Flag of Italy.svg Flag of Côte d'Ivoire.svg Flag of the United Kingdom.svg Punti Pos.
International Casino Toyota Celica Twin-Cam Turbo Rit 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Ritirato Squalificato Non partito
Fonte dei dati: wrc.com, ewrc-results.com, autosport.com, rallybase.nl.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (PDF) ACI.it Lancia Stratos: nata per vincere. URL consultato il 12 agosto 2014.
  2. ^ a b c d Il primo campionato per piloti è stato istituito nel 1977
  3. ^ a b c nel Rally di Gran Bretagna
  4. ^ nel Safary Rally
  5. ^ a b nel Rally di Monte Carlo
  6. ^ a b Nella coppa piloti
  7. ^ nel Rally di Monte Carlo e nel Rally di Gran Bretagna

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Sandro Munari e Cesare De Agostini, La coda del Drago, Edis Edizioni Rombo
  • Sandro Munari e Sergio Remondino, Sandro Munari. Una vita di traverso, Giorgio Nada Editore

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]