Sandokan (serie di film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'attore Kabir Bedi, celebre interprete del personaggio di Sandokan

Sandokan è una popolare serie cinematografia e televisiva italiana adattamento dei romanzi del ciclo indo-malese di Emilio Salgari, composta da film, miniserie televisive e serie televisive animate.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi adattamenti su Sandokan vennero realizzati intorno agli anni sessanta e settanta. I primi ad interpretare il personaggio furono Luigi Pavese, Steve Reeves[1] e Ray Danton.

Negli anni settanta, il regista Sergio Sollima venne contattato per dirigere uno sceneggiato televisivo su Sandokan[2]. Per il ruolo da protagonista, il regista scelse un attore indiano di nome Kabir Bedi[3]. Nel cast anche Carole André, Adolfo Celi e Philippe Leroy[3]. Il serial, diviso in 6 puntate da circa 60 minuti, fu trasmesso per la prima volta in Italia sul Primo Canale RAI dal 6 gennaio all'8 febbraio 1976, ottenendo un grandissimo successo di pubblico (un'audience di ben 27 milioni di telespettatori[4]), ma non di critica che lo accolse tiepidamente[5]. Il successo ottenuto convinse Sollima a riunire gran parte del cast artistico dello sceneggiato per dirigere un seguito dal titolo La tigre è ancora viva: Sandokan alla riscossa!, che uscì anche in sala.

Un ulteriore seguito venne annunciato il 5 ottobre 1993 da Kabir Bedi, il quale confermò sia Sergio Sollima come regista, sia Philippe Leroy[6]. A seguito del cambio dei dirigenti in RAI, il progetto naufragò[3], per poi essere ripreso da Canale 5 che produsse Il ritorno di Sandokan di Enzo G. Castellari. Sebbene l'interprete principale sia sempre l'attore indiano Kabir Bedi, questa produzione non deve considerarsi il seguito dei precedenti film di Sollima.

Sollima, in seguito, diresse Il figlio di Sandokan che, rispetto ai precedenti film di diretti da lui, non segue fedelmente i romanzi di Salgari e incentra la storia più su Kenneth Hastin (figlio di Sandokan nel film) che sullo stesso Sandokan[7].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ New York Times: Sandokan the Great in NY Times. URL consultato il 26 agosto 2008.
  2. ^ Dal commento audio del DVD de Il corsaro nero [L'uomo della filibusta]
  3. ^ a b c Kabir? Era grassoccio e si muoveva come Gloria Swanson....
  4. ^ Sandokan la tigre della malesia.
  5. ^ Puntata del 31 dicembre 2010 - STORICA: 6 gennaio 1976, Sandokan approda in TV.
  6. ^ Parodi Enrico, Kabir Bedi: " e presto torno Sandokan dopo 17 anni ", Corriere della Sera.it, 5 ottobre 1993. URL consultato il 5 ottobre 1993.
  7. ^ Calcagno Paolo, Sandokan perde Salgari ma trova un figlio, Corriere della Sera.it, 18 ottobre 1998. URL consultato il 18 ottobre 1998.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]