Sanco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sanco o Semone (anche Sancus, Semo Sancus, Fidius Sancus), è stata una divinità arcaica romana protettrice dei giuramenti, di origine Sabina.

Origine[modifica | modifica sorgente]

Di origine umbro-sabina (la provenienza sabina viene menzionata da sant'Agostino d'Ippona all'interno del De Civitate Dei, XVIII,19), venne associata a Zeus Pistios ed in seguito assimilata ad Eracle. Era considerato protettore dei giuramenti, e per questa ragione la sua radice etimologica si fa risalire al verbo sancire.

Santuari[modifica | modifica sorgente]

Nel 446 a.C. fu costruito un santuario a lui dedicato a Roma, sul Quirinale, di fronte al tempio di Quirino e nei pressi della porta da cui prendeva il nome, la Porta Sanqualis. Inoltre al dio era dedicato un altare nell'Isola Tiberina.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Anna Ferrari, Dizionario di Mitologia Classica, Milano 1994, pg. 257

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]