Sanal Edamaruku

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La presente è una traduzione della pagina in inglese di Wikipedia su Sanal Edamaruku

Sanal Edamaruku, razionalista e scrittore indiano. È fondatore-presidente ed editore del Rationalist International, presidente dell’Indian Rationalist Association ed autore di 25 libri e di svariati articoli. Nel 2012 è stato accusato di blasfemia per aver esaminato criticamente un presunto miracolo accaduto in una chiesa cattolica di Mumbai. Si è rifugiato in Finlandia per sfuggire all’arresto.

I suoi primi anni

Edamaruku è nato nel 1955 a  Thodupuzha, Kerala, India, da Joseph Edamaruku, scrittore indiano, e Soley Edamaruku. Nato da una coppia mista (indo-cristiana), è stato educato senza specifiche influenze di tipo religioso. Dietro richiesta dei suoi genitori, è stato il primo studente indiano registrato a scuola come “non appartenente a nessuna religione”.

All’età di 15 anni divenne un attivista ateo-razionalista, dopo aver assistito alla morte di un atleta, a seguito del rifiuto dei trattamenti medici da parte della sua famiglia, che credeva nel potere di guarigione della fede.  Nel 1977, si è laureato in Scienze Politiche presso l’Università del Kerala. Nel 1980 si è perfezionato presso la School of International Studies della Jawaharlal Nehru University, New Delhi. Nel periodo in cui scriveva la sua tesi di dottorato ha iniziato a lavorare per la Afro-Asian Rural Reconstruction Organization. Ha lasciato il lavoro nel 1982 per dedicarsi maggiormente alla Indian Rationalist Association ed alla pubblicazione dei propri lavori. Ha inoltre un diploma in giornalismo.

L'attivismo razionalista

Edamaruku divenne attivista dell’ Indian Rationalist Association (IRA) all’età di 15 anni. Prima di diventarne presidente nel 2005, ne è stato Segretario Generale dal 1983, ed è stato direttore del suo organo ufficiale, Modern Freethinker. I suoi numerosi libri ed articoli trattano principalmente di pensiero razionale e mirano a combattere la superstizione in India. I suoi scritti pubblicati nel Rationalist International sono tradotti in inglese, francese, tedesco, spagnolo e finlandese.

Edamaruku è stato eletto membro, nel febbraio 2011, del Committee for Skeptical Inquiry (USA) ed è socio onorario della New Zealand Association of Rationalists and Humanists e della britannica Rationalist Association (già Rationalist Press Association.),che ha annoverato tra i suoi soci onorari Bertrand Russell, H G Wells, Albert Einstein, Sigmund Freud e Francis Crick.

Ha eseguito indagini e dimostrazioni che hanno contribuito a smascherare frodi perpetrate da santoni e guru ed ha inoltre condotto campagne contro la superstizione nei villaggi indiani. Egli definisce quest’attività "Rationalist Reality Theatre" Queste indagini hanno attirato l’attenzione della stampa e della TV di tutta l’Asia. Nel film-documentario Guru Busters Edamaruku, insieme ad un gruppo di razionalisti attivisti sul campo, dà pubbliche dimostrazioni, in Kerala, di come è possibile eseguire numeri apparentemente soprannaturali. Ha contribuito a dar vita all’Indian Atheist Publishers,oggi la principale casa editrice che si occupi di pensiero critico in Asia. Ha organizzato tre International Rationalist Conferences, tenutesi nel 1995, nel 2000, e nel 2002.

Nel dicembre 2013, Edamaruku, nel suo blog, ha annunciato il lancio di un nuovo quadrimestrale in lingua inglese, The Rationalist. Vi collaboreranno razionalisti di livello internazionale, di diversi continenti, e i temi trattati verteranno principalmente su scienza, razionalità, pensiero critico e diritti umani.

La grande sfida tantrica

Il 3 marzo 2008, nel corso di un dibattito televisivo, Edamaruku sfidò un maestro di Tantra a dimostrare I suoi poteri uccidendolo con il solo uso della magia. Lo spettacolo televisivo in diretta della TV Indiana, nel corso del quale il maestro di Tantra cantò dei mantra ed eseguì dei riti, fu molto seguito. Dopo che i suoi tentativi fallirono il maestro di Tantra disse che Edamaruku doveva essere sotto la protezione di un potente dio. Edamaruku gli rispose di essere ateo.

2012: il processo per blasfemia

Nel marzo 2012 Edamaruku investigò sul caso di un crocifisso della chiesa di Nostra Signora di Velankanni a Mumbai, dai cui piedi gocciolava acqua. Le sue ricerche evidenziarono che il gocciolio era causato dalla capillarità http://it.wikipedia.org/wiki/Capillarit%C3%A0, a seguito dell’intasamento di un tubo.

Nell’aprile del 2012 la Chiesa cattolica di Mumbai presentò, in diversi commissariati della città, una denuncia ai sensi dell’articolo 295A del Codice Penale Indiano. In vigore dal 1927, l’articolo 295A dice:

Chiunque, con intento deliberato e malevolo reca oltraggio ai sentimenti religiosi di una qualunque classe sociale di [cittadini indiani], [tramite parole, verbalmente o per iscritto, o tramite gesti o rappresentazioni visibili o in altro modo], offende o cerca di offendere la religione o le credenze religiose di quella classe sociale, sarà punito con il carcere fino a tre anni, o con una multa, o con entrambi.

L’arcivescovo di Mumbai chiese a Edamaruku di scusarsi, così da ottenere, in contraccambio, il ritiro della denuncia, ma la All India Catholic Union asserì che la legge era applicata in maniera scorretta. Colin Gonsalves, fondatore dell’India Center for Human Rights and Law, asserì che, a suo parere, non era stato commesso alcun reato.  Altre persone hanno parlato pubblicamente in sua difesa, come Vishal Dadlani, e James Randi del James Randi Educational Foundation (JREF) che aprì una pagina a sostegno di Edamaruku. Il 31 luglio 2012 Edamaruku si rifugiò in Finlandia per evitare una possibile carcerazione a tempo indeterminato.

Opinioni

Edamaruku parla spesso della pratica potenzialmente pericolosa delle credenze superstiziose, come l’astrologia indù, molto diffusa nella società indiana. È commentatore fisso su vari canali televisivi indiani a proposito  di superstizioni e credenze cieche ed è un’importante voce a difesa della ragione e del pensiero scientifico in India. Ha anche tenuto conferenze in diversi Paesi, tra cui gli USA e diverse nazioni europee.

I guru indiani sono stati spesso accusati di dedicarsi ad attività criminali, sotto la veste color zafferano che porta loro adepti, fama e denaro. Secondo Edamaruku, molti sono ciarlatani ed alcuni di loro hanno accumulato grandi ricchezze e proprietà grazie a “miracoli” che non sono altro che destrezza di mano.

Nella cultura di massa

·        Lo scrittore australiano Greg Egan ha usato la storia di Edamaruku, l’Indian Rationalist Association e la Sfida tantrica per il suo racconto Teranesia.

·        Edamaruku appare come personaggio anche nel racconto French Lover dello scrittore bengalese Taslima Nasreen.

·        Il libro di Angela Saini GeekNation ha un capitolo, "Chariot of Gods", che descrive il lavoro di  Edamaruku.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  1. (EN) "Skeptic giggles on Indian national TV as mystic totally fails to curse him to death". (data: 2008-03-25).
  2. (EN) The Great Tantra Challenge. (data: 2008-03-25).
  3. (EN) [1]

Articoli ed altre opere[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 77723144 LCCN: n84164290

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie