San Tammaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il santo, vedi San Tammaro vescovo.
San Tammaro
comune
San Tammaro – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Caserta-Stemma.png Caserta
Amministrazione
Sindaco Emiddio Cimmino (lista civica di centrosinistra Le Rondini) dal 15/04/2008
Territorio
Coordinate 41°05′00″N 14°14′00″E / 41.083333°N 14.233333°E41.083333; 14.233333 (San Tammaro)Coordinate: 41°05′00″N 14°14′00″E / 41.083333°N 14.233333°E41.083333; 14.233333 (San Tammaro)
Altitudine 22 m s.l.m.
Superficie 36 km²
Abitanti 5 115[1] (31-12-2010)
Densità 142,08 ab./km²
Frazioni Carditello
Comuni confinanti Capua, Casal di Principe, Casaluce, Frignano, Santa Maria Capua Vetere, Santa Maria la Fossa, Villa di Briano
Altre informazioni
Cod. postale 81050
Prefisso 0823
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 061085
Cod. catastale I261
Targa CE
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti Tammaresi
Patrono san Tammaro vescovo
Giorno festivo 16 gennaio (ricorrenza del santo patrono), lunedì dell'Angelo (ricorrenza della comprotettrice Maria Santissima della Libera)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Tammaro
Posizione del comune di San Tammaro nella provincia di Caserta
Posizione del comune di San Tammaro nella provincia di Caserta
Sito istituzionale

San Tammaro è un comune italiano di 5.069 abitanti della provincia di Caserta in Campania.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

San Tammaro si trova tra la zona di Capua e l'agro aversano. Nei pressi dell'Appia, la località di Carditello, con un bosco al centro del quale si trova il sito borbonico con annessa una tenuta di caccia.

Donna tammarese[modifica | modifica sorgente]

Il dipinto rappresenta la donna di S. Tammaro (Donna Tammarese) e fu dipinto da Alessandro D'Anna nel 1785. La donna è vestita in abito tradizionale da festa e accanto c'è un ragazzo seduto su una roccia con un cagnolino. Gli abiti della donna e del ragazzo sono tipici della tradizione contadina, il pittore non si limitò a disegnare la donna e il ragazzo ma sullo sfondo raffigurò la chiesa parrocchiale di San Tammaro (non corrispondente a quella di oggi). Il quadro originale è conservato al museo degli argenti di Palazzo Pitti a Firenze. Oltre al quadro nel 1784 la donna tammarese fu raffigurata anche in alcune porcellane.

Eventi[modifica | modifica sorgente]

  • Febbraio o Marzo: Carnevale Tammarese;
  • Marzo o Aprile: Festa Patronale di S. Tammaro vescovo e Maria SS. della Libera (periodo di Pasqua)
  • Maggio: Festa dell'Ascensione
  • Ultima domenica di giugno: Processione Sacro Cuore di Gesù
  • Settembre: Sagra delle pettole e fagioli
  • Seconda Domenica di Ottobre: Festa B. V. del monte Carmelo
  • 8 dicembre: Processione dell'Immacolata

Festa Patronale[modifica | modifica sorgente]

La Festa Patronale in onore di S. Tammaro Vescovo e della Madonna della Libera si svolge ogni anno durante il periodo di Pasqua.
Giorno principale della kermesse è il lunedì dell'Angelo quando ha luogo la processione delle due immagini dei santi patroni. Il corteo religioso è inoltre preceduto e seguito dalla cerimonia del volo dell'Angelo, durante la quale una bambina attaccata ad una carrucola compie un tragitto aereo a diversi metri da terra cantando inni sacri appositamente scritti.
Momenti centrali del lato ludico della kermesse sono l'esibizione di un Concerto Bandistico (lunedì dell'Angelo) e lo sparo dei Fuochi Pirotecnici Aerei (in genere l'ultima sera di celebrazioni).

Chiese[modifica | modifica sorgente]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Persone legate a San Tammaro[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]