San Gavino Monreale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Gavino Monreale
comune
San Gavino Monreale – Stemma San Gavino Monreale – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Sardegna-Stemma.svg Sardegna
Provincia Medio Campidano
Amministrazione
Sindaco Carlo Tomasi (lista civica) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate 39°33′00″N 8°48′00″E / 39.55°N 8.8°E39.55; 8.8 (San Gavino Monreale)Coordinate: 39°33′00″N 8°48′00″E / 39.55°N 8.8°E39.55; 8.8 (San Gavino Monreale)
Altitudine 54 m s.l.m.
Superficie 87,4 km²
Abitanti 8 811[1] (30-11-2013)
Densità 100,81 ab./km²
Comuni confinanti Gonnosfanadiga, Pabillonis, Sanluri, Sardara, Villacidro.
Altre informazioni
Cod. postale 09037
Prefisso 070
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 106014
Cod. catastale H856
Targa VS
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti sangavinesi
Patrono santa Chiara
Giorno festivo 12 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Gavino Monreale
Posizione del comune di San Gavino Monreale all'interno della provincia del Medio Campidano
Posizione del comune di San Gavino Monreale all'interno della provincia del Medio Campidano
Sito istituzionale

San Gavino Monreale (Santu ‘Engiu in sardo) è un comune italiano di 8.811 abitanti[1] della provincia del Medio Campidano in Sardegna.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

San Gavino Monreale è una cittadina della Sardegna situata nel cuore del Campidano. Il paese è bagnato a nord dal Rio Pardu.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Feste e manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

Per la tradizionale vocazione alla coltivazione dello zafferano, di cui è tra i maggiori produttori regionali, nel mese di novembre si svolge la Sagra dello Zafferano, la più importante a livello regionale dedicata a questo prodotto.

La domenica e il martedì prima del Mercoledì delle Ceneri si svolge da decenni il carnevale Sangavinese con la sfilata dei carri allegorici. Grazie all'abilità con la cartapesta degli artisti locali i carri di San Gavino sono ritenuti tra i più belli della Sardegna e l'uso di realizzarne con caratteristiche simili si sta diffondendo in molti comuni, più o meno limitrofi.

Ogni anno dal 9 al 13 del mese di agosto, ricorre la Festa in onore di Santa Chiara d'Assisi, Vergine, patrona di San Gavino Monreale, con eventi religiosi e civili. Il 13 di Agosto, poi, all'interno dei festeggiamenti in onore di Santa Chiara, a cura dell'Associazione Turistica Pro Loco locale, si svolge la giornata dell'Emigrato dedicata ai sangavinesi emigrati da San Gavino per qualsiasi motivo. Anche per la festa di Santa Teresa, a settembre, e per quella di Santa Lucia, a dicembre, si tengono festeggiamenti sia di base religiosa che di base civile.

Persone legate a San Gavino Monreale[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Per diversi decenni l'economia della cittadina si è retta sulle attività industriali insediate presso la cittadina e nella vicina area industriale di Villacidro. La fonderia di San Gavino è stata una delle più importanti realtà industriali del territorio, ma la chiusura di numerose fabbriche del Villacidrese e la sempre più povera produzione all'interno della fonderia hanno reso necessario ricostruire l'economia della cittadina.

Oggi la realtà economica è prevalentemente caratterizzata da piccole e medie imprese, prevalentemente agricole, piccoli negozi e dallo sviluppo del settore terziario. Numerosi uffici pubblici, le scuole(liceo linguistico, liceo delle Scienze Umane, liceo scientifico) e il locale ospedale Nostra Signora di Bonaria, uno dei migliori della Sardegna[senza fonte], sono i luoghi di maggior impiego delle risorse umane nel terziario cittadino. Il settore primario, l'agricoltura, tiene a livello di produzione di massa, atta alla commercializzazione del prodotto. La cittadina è celebre, a livello nazionale, per lo zafferano, raccolto da molti privati ed è, dal 1990 circa, il secondo distretto sardo del riso. Il turismo non è ancora particolarmente valorizzato ed è quindi poco diffuso.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il centro è attraversato dalla ferrovia Cagliari-Golfo Aranci, che in passato si estendeva nella parte ovest dell'abitato, e che dal 2007 (anno di apertura della nuova stazione di San Gavino) passa alla periferia est del paese. È ubicato lungo la Strada Statale 197, attraverso la quale è collegata ai centri di Guspini e Sanluri. Altre strade provinciali collegano il paese ai centri di Villacidro, Pabillonis e Sardara.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2013.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • San Gavino Monreale in Sito web istituzionale, Amministrazione comunale. URL consultato il 1º gennaio 2011.
  • San Gavino Monreale in Sardegna Turismo, Regione Autonoma della Sardegna. URL consultato il 20 novembre 2008.
  • Comune di San Gavino Monreale in I comuni della Sardegna in rete, Regione Autonoma della Sardegna. URL consultato il 20 novembre 2008.
  • San Gavino Monreale in Sardegna Digital Library, la memoria digitale della Sardegna, Regione Autonoma della Sardegna. URL consultato il 20 novembre 2008.
  • San Gavino Monreale . Net in Notizie ed approfondimenti su San Gavino Monreale, San Gavino Monreale . Net. URL consultato l'11 gennaio 2009.
  • Insàs in Insàs • Note a piè di pagina sulla storia di San Gavino Monreale, Enrico Sanna. URL consultato il 5 luglio 2013.
Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna