San Carlos de Bariloche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Carlos de Bariloche
città
San Carlos de Bariloche – Stemma
San Carlos de Bariloche – Veduta
Localizzazione
Stato Argentina Argentina
Provincia Bandera de la Provincia del Río Negro.svg Río Negro
Dipartimento Bariloche
Amministrazione
Data di istituzione 9 maggio 1902
Territorio
Coordinate 41°08′S 71°17′W / 41.133333°S 71.283333°W-41.133333; -71.283333 (San Carlos de Bariloche)Coordinate: 41°08′S 71°17′W / 41.133333°S 71.283333°W-41.133333; -71.283333 (San Carlos de Bariloche)
Altitudine 893 m s.l.m.
Abitanti 89 092 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale R8400
Prefisso 2944
Fuso orario UTC-3
Nome abitanti barilochense
Cartografia
Mappa di localizzazione: Argentina
San Carlos de Bariloche
Sito istituzionale

San Carlos de Bariloche (detta anche semplicemente Bariloche) è una città dell'Argentina con una popolazione di circa 110.000 abitanti. Si trova nella provincia del Río Negro, nella Patagonia nord-occidentale, ai piedi delle Ande, sulle sponde del lago Nahuel Huapi, circondata dai monti Tronador, Cerro Catedral e Cerro López. È una famosa stazione sciistica ma offre anche altre attività quali sport acquatici, trekking e alpinismo. È nota come la Svizzera Argentina.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il nome Bariloche deriva dal termine Mapuche Vuriloche, che significa "popolo che abita dietro la montagna" (furi = dietro, che = popolo). Il passo Vuriloche era utilizzato dai Mapuche per attraversare le Ande e fu tenuto a lungo nascosto ai preti europei.

Fondata originariamente da austriaci, tedeschi e veneti provenienti in gran parte dalla provincia di Belluno intorno al 1895, prende il proprio nome da Carlos Wiederhold, il quale aprì un piccolo negozio in prossimità dell'attuale centro cittadino dopo aver attraversato le Ande dal Cile. Nelle lettere indirizzate a lui, veniva chiamato erroneamente San Carlos invece che Don Carlos, il che spiega il motivo per cui la città fu chiamata San Carlos de Bariloche. La città è inserita in un paesaggio dal tipico aspetto alpino.

Bariloche fu fondata ufficialmente il 3 maggio del 1902, tramite un decreto del ramo esecutivo del Governo Nazionale. Nel 1909 vi erano 1.250 abitanti, il telegrafo, l'ufficio postale, e una strada che collegava la città con Neuquén. Il commercio, tuttavia, continuò a dipendere dal Cile fino alla costruzione della ferrovia nel 1934.

San Carlos de Bariloche e il lago Nahuel Huapi in estate

Tra il 1935 e il 1940, il Direttivo dei Parchi Nazionali portò avanti una serie di opere urbanistiche, conferendo alla città la propria caratteristica bellezza. Fra di esse: Il Centro Civico (nel quale si trovano una biblioteca, un teatro, un museo, il municipio,• l'ufficio postale, la stazione di polizia e la dogana), la Cattedrale e l'hotel Llao Llao.

Il turismo, nazionale e internazionale, è la principale risorsa economica di Bariloche, durante tutto l'anno. La principale stazione sciistica si trova presso il Cerro Catedral. In estate, splendide spiagge come la Playa Bonita e Villa Tacul accolgono frotte di turisti e anche qualche coraggioso bagnante (le acque dei laghi sono sempre molto fredde. Il lago Nahuel Huapi ha una temperatura media di 14 °C in estate). La stagione della pesca è un'altra grande attrazione. Bariloche è la città più grande all'interno dell'enorme Distretto dei Laghi, ed è base e punto di partenza per molte escursioni nella regione. Il trekking nelle montagne circostanti, quasi totalmente disabitate e selvagge fatta eccezione per alcuni rifugi montani, è un'attività molto praticata. La città è famosa anche per la produzione di cioccolato.

Centro Cívico

La città possiede un moderno aeroporto in grado di ricevere qualsiasi tipo di velivolo. Molte delle principali compagnie aeree argentine volano regolarmente su Bariloche, così come alcune compagnie internazionali dei paesi confinanti, specialmente durante la stagione sciistica.

Nel secondo dopoguerra Bariloche divenne la meta preferita da ex gerarchi e collaborazionisti del regime nazista in fuga dall'Europa grazie all'operato dell'organizzazione ODESSA. Tra i tanti, fu proprio a Bariloche che si rifugiarono Erich Priebke e, per un paio di anni, Adolf Eichmann, quest'ultimo in seguito catturato dal Mossad e trasferito in Israele dove una corte lo giudicò colpevole di crimini contro l'umanità e condannato a morte.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]