Samih al-Qasim

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Samih al-Qasim

Samih al-Qasim (in arabo: سميح القاسم; Zarqa, 11 maggio 1939Safad, 19 agosto 2014) è stato un poeta e giornalista palestinese, il suo nome è associato alla rivoluzione e alla resistenza del popolo palestinese. Il fondatore del giornale Kol al-Arab (in arabo: كل العرب), un ex membro del Partito comunista israeliano (Rakah).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Al-Qasim è nato nel 1939 nella città di Zarqa nel nord della Giordania, mentre suo padre era nella Legione Araba di re Abdullah. Egli proveniva da una famiglia drusa dalla città di Rameh in Alta Galilea. Ha finito la scuola secondaria a Nazaret. La sua famiglia costretta ad abbandonare la sua casa in seguito alla guerra (Nakba) del 1948. Nel suo libro su Principi e Arte, egli spiega,

« Mentre ero ancora a scuola elementare la tragedia palestinese si è verificata. Ritengo che la data 1948 sia la mia data di nascita, perché le prime immagini che posso ricordare sono di quella guerra. Il mio pensiero e le immagini nascono dal numero 48. »
(Samih al-Qasim)

Al-Qasim ha scritto 24 volumi di poesia nazionalista e pubblicato sei raccolte di poesie. Le sue poesie sono, in genere, relativamente brevi, alcune di soli due versi.

Come giornalista ha lavorato per i quotidiani al-Ittihad, al-Jadid, Index.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 7419294