Samalut

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Samālūṭ (arabo: سمالوط‎) è una città del Governatorato di Minya in Egitto situata sulla sponda occidentale del Nilo.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Presso Samalut vi è il monastero copto-ortodosso della Vergine Maria, sul Gebel al-Tayr, un importante sito di pellegrinaggio cristiano.

La chiesa di Samalut è stata edificata dall'Imperatrice Elena, madre di Costantino il Grande, nel 328, su uno dei siti tradizionalmente additati come luoghi in cui la Sacra Famiglia soggiornò nella sua fuga verso l'Egitto.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Coordinate: 28°18′N 30°43′E / 28.3°N 30.716667°E28.3; 30.716667