Sam McVey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sam McVey
Sam McVey.jpg
Nome Samuel E. Mac Vea
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 179 cm
Pugilato Boxing pictogram.svg
Categoria Pesi massimi
Ritirato 2 agosto 1921
Carriera
Incontri disputati
Totali 96
Vinti (KO) 65 (47)
Persi (KO) 16 (5)
Pareggiati 10
 

Samuel E. Mac Vea (Waelder, 17 maggio 1884New York, 23 dicembre 1921) è stato un pugile statunitense.

Uno tra i più forti pesi massimi afroamericani dell’inizio del XX Secolo.

La International Boxing Hall of Fame lo ha riconosciuto fra i più grandi pugili di ogni tempo.

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Professionista dal 1902, combatté in incontri per Neri negli Stati Uniti fino al 1907, quando si trasferì prima in Inghilterra e poi in Francia e Belgio, dove rimase fino al 1911.

La carriera[modifica | modifica wikitesto]

Girò il mondo combattendo in 10 Paesi diversi: dalla Francia passò di nuovo in Inghilterra, poi in Australia, tornò negli Stati Uniti, e da lì scese in Argentina e in Cile, risalendo poi a Panama e di nuovo negli Stati Uniti.

Fu antagonista di Sam Langford (16 match registrati), Harry Wills (5 match), Joe Jeanette (5 match), altri pugili afroamericani a cui era proibito combattere per il titolo dei pesi massimi con i Bianchi e che perché si contendevano tra loro il cosiddetto "titolo dei pesi massimi neri".

Incontrò 3 volte anche Jack Johnson, perdendo 2 volte ai punti e una per KO.

Durante l'inverno del 1921 si ammalò di polmonite, a New York, dove morì a soli 37 anni senza un quattrino, ancora nel pieno dell'attività pugilistica.

Collegamenti esterni esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN167525496 · LCCN: (ENno2011021677