Sam McVey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sam McVey
Sam McVey.jpg
Dati biografici
Nome Samuel E. Mac Vea
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 179 cm
Pugilato Boxing pictogram.svg
Dati agonistici
Categoria Pesi massimi
Ritirato 2 agosto 1921
Carriera
Incontri disputati
Totali 96
Vinti (KO) 65 (47)
Persi (KO) 16 (5)
Pareggiati 10
 

Samuel E. Mac Vea (Waelder, 17 maggio 1884New York, 23 dicembre 1921) è stato un pugile statunitense.

Uno tra i più forti pesi massimi afroamericani dell’inizio del XX Secolo.

La International Boxing Hall of Fame lo ha riconosciuto fra i più grandi pugili di ogni tempo.

Gli inizi[modifica | modifica sorgente]

Professionista dal 1902, combatté in incontri per Neri negli Stati Uniti fino al 1907, quando si trasferì prima in Inghilterra e poi in Francia e Belgio, dove rimase fino al 1911.

La carriera[modifica | modifica sorgente]

Girò il mondo combattendo in 10 Paesi diversi: dalla Francia passò di nuovo in Inghilterra, poi in Australia, tornò negli Stati Uniti, e da lì scese in Argentina e in Cile, risalendo poi a Panama e di nuovo negli Stati Uniti.

Fu antagonista di Sam Langford (16 match registrati), Harry Wills (5 match), Joe Jeanette (5 match), altri pugili afroamericani a cui era proibito combattere per il titolo dei pesi massimi con i Bianchi e che perché si contendevano tra loro il cosiddetto "titolo dei pesi massimi neri".

Incontrò 3 volte anche Jack Johnson, perdendo 2 volte ai punti e una per KO.

Durante l'inverno del 1921 si ammalò di polmonite, a New York, dove morì a soli 37 anni senza un quattrino, ancora nel pieno dell'attività pugilistica.

Collegamenti esterni esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 167525496 LCCN: no2011021677