Salvatore Postiglione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Decamerone

Salvatore Postiglione (Napoli, 20 dicembre 1861Napoli, 28 novembre 1906) è stato un pittore italiano figurativo, del genere romantico, attivo nella seconda metà 1800 e all’inizio del 1900..

Pier Damiano e la contessa Adelaide di Savoia - 1887

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Salvatore Postiglione, nato a Napoli il 20 dicembre 1861, era figlio d’arte. Fratello di Luca Postiglione, anche lui pittore, Salvatore apprese i primi rudimenti dal padre Luigi, pittore di quadri religiosi che lo lasciò prematuramente orfano, e dallo zio Raffaele, valente disegnatore, studioso delle opere di Raffaello, professore all’Accademia di Belle Arti di Napoli dove Salvatore frequentò anche le lezioni di Domenico Morelli. Successivamente frequentò l’Accademia di Belle Arti di Modena dove fu anche professore. Suo allievo si considerò il pittore Giuseppe Gabbiani (1862-1933). Fu un grande estimatore della pittura del '600 e di Rubens in particolare.

Salvatore Postiglione praticò con successo e originalità vari generi pittorici come il ritratto con particolare predilezione per la figura femminile, il paesaggio e le scenette popolaresche.

Affrescò il castello di Miramare a Trieste e il palazzo De Riseis a Napoli.
Morì a Napoli il 26 novembre 1906 all'età di soli quarantacinque anni, in piena attività nonostante la malferma salute, lasciando una numerosa famiglia.

Il 24 maggio 1907 fu commemorato all'Accademia di Belle Arti di Napoli

Nel 1910 furono esposte due sue opere alla Biennale di Venezia.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]