Salvatore Cardillo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Salvatore Cardillo (Napoli, 20 febbraio 1874New York, 5 febbraio 1947) è stato un compositore italiano.

Studiò nella città natale, diplomandosi in pianoforte, composizione e direzione d'orchestra; nel 1903 emigrò negli Stati Uniti. Tra i suoi lavori spicca la celebre canzone napoletana Core 'ngrato, composta sopra un testo scritto nel 1911 da Alessandro Sisca (detto Cordiferro): capace di esprimere in musica la tormentata sofferenza degli emigrati, conseguente alla lontananza dall'Italia, la canzone ebbe un grande successo, che perdura tuttora.


In una lettera[1] alla cugina Wanda, riferendosi a Core 'ngrato, Cardillo scrisse:

« .. Mi dici che tutti in Italia cantano quella mia "porcheria" e che io mi sono fatto un nome grazie a essa, ma in tutti questi anni ho scritto molte altre canzoni vere .. »

Non è però chiaro a quali canzoni vere alluda[2].


Le canzoni ufficialmente conosciute:

  • Core 'ngrato su testo di Alessandro Sisca;
  • Oi Luna su testo di Alessandro Sisca - pubblicato da G. Schirmer Inc., New York 1921;
  • Barcarola su testo di Edoardo San Giovanni - pubblicato da G. Schirmer Inc., New York 1921;

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ettore De Mura, op. cit., v. I p. 215
  2. ^ Gianfranco Plenizio, op. cit., Lo core sperduto p. 247

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Barcarola dall'archivio delle pubblicazioni Schirmer
  • Oi Luna dall'archivio delle pubblicazioni Schirmer

Controllo di autorità VIAF: 29728687