Salvatore Burruni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Salvatore Burruni
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Pugilato Boxing pictogram.svg
Dati agonistici
Categoria Pesi mosca
Ritirato 9 aprile 1969
Carriera
Incontri disputati
Totali 109
Vinti (KO) 99 (32)
Persi (KO) 9 (1)
Pareggiati 1
 

Salvatore Burruni (Alghero, 11 aprile 1933Alghero, 30 marzo 2004) è stato un pugile italiano.

Fu campione del mondo dei pesi mosca dal 23 aprile 1965 al 14 giugno 1966.

La carriera[modifica | modifica sorgente]

Ottimo dilettante, rappresentò l'Italia alle Olimpiadi di Melbourne del 1956.

Divenuto professionista nel 1957, il 27 settembre 1958 divenne campione italiano dei pesi mosca, battendo ai punti Giacomo Spano.

Il 29 giugno 1961, ad Alghero, conquistò anche il titolo europeo, battendo ai punti il finlandese Risto Luukkonen. Burruni difese in seguito varie volte il titolo, fino al 1964.

Il 23 aprile del 1965, a Roma, sconfisse il tailandese Pone Kingpetch, conquistando il titolo mondiale dei pesi mosca. Burruni difese il titolo a Sydney, nel dicembre dello stesso anno, contro l'australiano di origine calabrese Tony Gattellari, e lo perse nel giugno 1966, sconfitto ai punti dal britannico Walter McGowan.

Nel gennaio del 1968 Burruni conquistò un secondo titolo europeo, quello dei pesi gallo, difendendolo per l'ultima volta nell'aprile del 1969, quando batté per KO al 9º round il francese Pierre Vetroff. L'incontro costituiva per Burruni anche la rivincita nei confronti dell'unico pugile ad averlo battuto prima del limite, fatto accaduto due anni prima.

Dopo quest'ultima vittoriosa difesa del titolo continentale, Burruni si ritirò.

Morì nella città natale di Alghero dove era nato quasi 71 anni prima.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]