Salvador - 26 anni contro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Salvador - 26 anni contro
Salvador - 26 anni contrо.png
Una scena del film
Titolo originale Salvador (Puig Antich)
Lingua originale spagnolo, catalano, francese
Paese di produzione Spagna, Regno Unito
Anno 2006
Durata 134 min
Colore colore
Audio stereo
Genere drammatico, biografico
Regia Manuel Huerga
Soggetto Francesc Escribano
Sceneggiatura Lluís Arcarazo
Interpreti e personaggi
Premi

Salvador - 26 anni contro (Salvador (Puig Antich)) è un film spagnolo del 2006, diretto da Manuel Huerga. È stato presentato al Festival di Cannes 2006 nella sezione Un Certain Regard.[1]

Il film ha ad oggetto la vita di Salvador Puig Antich, giovane anarchico catalano tristemente noto per essere stato, insieme al criminale comune Georg Michael Welzel (meglio noto come Heinz Ches), l'ultima persona giustiziata mediante garrota prima della fine del regime franchista.

Puig Antich è interpretato dal protagonista di Good Bye Lenin!, Daniel Brühl. Nel cast anche la protagonista di Parla con lei, Leonor Watling.

È tratto dal libro Cuenta atrás. La historia de Salvador Puig Antich del giornalista Francesc Escribano del 2001.

Nel film l'episodio dell'attentato a Carrero Blanco da parte dell'ETA è illustrato con le immagini del film Ogro di Gillo Pontecorvo, interpretato, tra gli altri, da Gian Maria Volontè.

Ha avuto un enorme successo in Spagna[senza fonte] nell'autunno 2006 ed esce in Italia il 27 aprile 2007. Il Manifesto è quello originale della versione italiana distribuita da Deltapictures e Istituto Luce.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Official Selection 2006, festival-cannes.fr. URL consultato il 10 luglio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]