Salt (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Salt
Salt - film.jpg
Angelina Jolie in una scena del film
Titolo originale Salt
Lingua originale inglese, russo
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2010
Durata 100 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere azione, thriller
Regia Phillip Noyce
Soggetto Kurt Wimmer
Sceneggiatura Kurt Wimmer
Produttore Lorenzo di Bonaventura, Sunil Perkash
Produttore esecutivo Ric Kidney, Mark Vahradian, Ryan Kavanaugh
Casa di produzione Columbia Pictures, Di Bonaventura Pictures
Distribuzione (Italia) Sony Pictures
Fotografia Robert Elswit
Montaggio Stuart Baird, John Gilroy
Effetti speciali Hirota Paint Industries (HPI)
Musiche James Newton Howard
Scenografia Scott Chambliss
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Salt è un film del 2010, diretto da Phillip Noyce ed interpretato da Angelina Jolie. La pellicola vede un'agente CIA sospettata di essere un'infiltrata sovietica. Costato 110 milioni di dollari, Salt ne ha complessivamente incassati circa 290 milioni, di cui 118 nei soli Stati Uniti[1].

Trama[modifica | modifica sorgente]

Confine tra Corea del Nord e Corea del Sud. L'agente CIA Evelyn Salt, prigioniera di un carcere governativo, viene liberata grazie alle pressioni sull'Agenzia fatte dal suo compagno, l'aracnologo Mike Krause.

Washington, due anni dopo. Poco prima di festeggiare l'anniversario di matrimonio con Mike, Salt e l'amico e collega Ted Winter si trovano ad interrogare Vassily Orlov, spia sovietica che si presenta come artefice di un progetto degli anni settanta, l'operazione "Giorno X", finalizzato ad inserire alcune cellule dormienti all'interno della società statunitense, pronte ad entrare in azione. Orlov afferma che una di queste ucciderà l'attuale presidente russo, in quei giorni in visita a New York, e Orlov afferma che il nome dell'agente è Salt. La donna si dichiara innocente, ma viene messa in isolamento da Peabody, responsabile dei servizi segreti statunitensi, e da Winter, sebbene quest'ultimo continui a non capacitarsi di questo doppio gioco. Salt, temendo per la sorte del marito, decide di fuggire; una volta scappata si dirige verso la propria abitazione per cercare Mike, ma una volta arrivata, scopre che il marito è scomparso. Decide quindi di raggiungere New York.

Arrivata a New York, Salt escogita un piano per eliminare il presidente russo durante il rito funebre del vicepresidente statunitense appena scomparso. L'omicidio avviene all'interno di una chiesa, senza che nessun agente riesca a fermare Salt: Ev ha anche l'opportunità di uccidere Peabody, ma decide di risparmiargli la vita preferendo farsi arrestare. Durante il trasporto verso la centrale di polizia, Ev fugge, ma questa volta raggiunge Orlov, confermando di essere un'infiltrata, il cui vero nome è Chenkov. Orlov accompagna Salt dentro una vecchia imbarcazione abbandonata e le conferma che è stato lui a rapire Mike. Orlov, per verificare se Salt è ancora un agente affidabile, uccide Mike di fronte ai suoi occhi: Salt rimane scossa, ma Orlov non se ne accorge. L'uomo è soddisfatto della fedeltà dimostrata, le illustra così il piano per arrivare al presidente americano. Una volta appresi i piani dell'omicidio (dirigersi verso l'aeroporto e prendere contatto con un altro agente russo infiltrato: Shnaider un ufficiale della NATO), Salt uccide prima Orlov e poi tutti i suoi agenti presenti sulla barca.

Una volta incontrato Shnaider, Salt finge di partecipare al piano e giunge alla Casa Bianca assieme a lui. Winter però la riconosce ed accompagna il presidente, assieme al suo entourage, nel rifugio antiatomico sotterraneo della Casa Bianca. Una volta che il presidente fa armare le testate atomiche, in caso di attacco russo, Winter elimina l'intero staff: anche lui è un'agente russo infiltrato, è stato lui stesso ad aver ideato il piano, ed è ora pronto a lanciare gli attacchi nucleari contro i principali luoghi di culto musulmani, così da provocare una ondata di odio contro gli Stati Uniti, e vederli finalmente crollare. Salt però lo ostacola ed impedisce gli attacchi, subito prima che gli agenti della sicurezza riescano ad entrare nel bunker ed arrestarla, mentre Winter, raccontando agli agenti di aver fermato la spia, si fa passare per eroe. Si scopre che il presidente russo non è morto, ma solo temporaneamente paralizzato dal veleno di un ragno che Mike stava studiando e che Salt ha prelevato dal suo appartamento. Mentre gli agenti stanno scortando Salt all' esterno della Casa Bianca, passano davanti a Winter che si sta facendo medicare: sia Winter che Salt, si guardano negli occhi e sono pronti l'uno ad uccidere l'altro, ma è Salt ad avere la meglio.

Una volta arrestata, Peabody la scorta in elicottero ed è consapevole che pochi crederebbero alla versione di Salt. Sapendo che sono attivi ancora molti agenti russi dormienti, l'uomo permette a Salt di fuggire, per trovarli ed eliminarli.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

La pre-produzione del film è stata avviata attorno alla fine dell'estate 2008. Inizialmente il film avrebbe dovuto intitolarsi Edwin A. Salt e come protagonista era stato scelto Tom Cruise[2]; solo successivamente Angelina Jolie è stata scelta come interprete principale della pellicola. Dopo la scelta della Jolie, Kurt Wimmer, autore del copione, ha riscritto quasi totalmente la storia, adattandola al femminile[3]. La regia era stata offerta a registi come Terry George, Michael Mann e Peter Berg[4], ma infine la scelta è ricaduta su Phillip Noyce. Oltre la Jolie, del cast principale fanno parte Liev Schreiber, che interpreta Ted Winter, e Chiwetel Ejiofor, che interpreta l'ufficiale Peabody del controspionaggio CIA.

Le riprese sono iniziate nel marzo del 2009 e hanno avuto luogo ad Albany e molte altre località dello stato di New York. Alcune scene sono state girate a Washington e a Georgetown.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Un primo trailer del film è stato distribuito in data 11 novembre 2009, legato alla distribuzione nelle sale del film catastrofico 2012.

La première del film è avvenuta il 18 agosto 2010 nel quartiere Potsdamer Platz a Berlino[5].

La distribuzione nelle sale cinematografiche statunitensi è iniziata per il 23 luglio 2010. La distribuzione italiana del film è invece avvenuta 29 ottobre 2010[6].

Sequel[modifica | modifica sorgente]

In un'intervista con Contactmusic.com il regista Phillip Noyce conferma la possibilità di un sequel. Dicendo: "In un paio di anni speriamo di farne un altro. Angelina è grande in questa parte. Quando la gente è andata a vedere il film ha pensato che fosse solo l'inizio".[7] I sequel è stato confermato dalla Sony Pictures, anche la stessa Jolie ha affermato di voler tornare nei panni di Evelyn Salt. [8]

Richiami[modifica | modifica sorgente]

L'inizio del film, dalla prigionia allo scambio, è ispirato a Agente 007 - La morte può attendere.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Salt (2010) - Box Office Mojo
  2. ^ Tom Cruise rimpiazzato da Angelina Jolie badtaste.it URL consultato il 20-11-2009
  3. ^ Tom Cruise rimpiazzato da Angelina Jolie
  4. ^ (EN) Trivia for Salt, IMDb.com. URL consultato il 20-11-2009.
  5. ^ Luoghi delle riprese per Salt, IMDb.it. URL consultato il 20-11-2009.
  6. ^ Salt, sonypictures.it. URL consultato il 19-05-2010.
  7. ^ "Angelina Jolie - Salt 2 To Be Made In 'A Couple Of Years'" - Contactmusic.com
  8. ^ Salt, confermato il sequel | Best Movie

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema