Salomon Mayer von Rothschild

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Salomon Mayer von Rothschild

Salomon Mayer von Rothschild (Francoforte sul Meno, 9 settembre 1774Parigi, 28 luglio 1855) fu un banchiere di nascita tedesca nell'Impero austriaco ed il fondatore del ramoviennese dei prominenti Rothschild..

Nacque a Francoforte sul Meno terzogenito e secondo figlio maschio di Mayer Amschel Rothschild (1744–1812) e Gutlé Schnapper (1753–1849). Nel 1800, sposò Caroline Stern (1782–1854). Ebbero i seguenti figli:

  1. Anselm Salomon von Rothschild (1803–1874)
  2. Betty Salomon von Rothschild (1805–1886) - sposò suo zio James Mayer de Rothschild nel 1824.

Suo padre aveva costruito un enorme e prosperoso business bancario in Germania. Desideroso di espandere gli affari di famiglia attraverso l'Europe, il maggiore dei figli Rothschild rimase a Francoforte, mentre ognuno degli altri quattro figli furono mandati in diverse città europee per aprire una filiale bancaria. Salomon von Rothschild fu fatto azionista della banca de Rothschild Frères quando fu aperta a Parigi nel 1817 da suo fratello James Mayer de Rothschild. Formatosi in finanza e con anni di esperienza, nel 1820 Salomon Rothschild fu mandato in Austria per formalizzare i coinvolgimenti vigenti della famiglia per finanziare i progetti del governo austriaco.

A Vienna, Salomon von Rothschild fondò la S M von Rothschild. L'attività finanziò la rete di trasporto ferroviario Nordbahn, la prima ferrovia a vapore austriaca, oltre al finanziamento di vari imprese statali in cui grandi quantità di capitali dovevano essere sollevati. Fece connessioni tra l'aristocrazia del paese e la sua élite politica attraverso il Principe Klemens von Metternich e Friedrich von Gentz. Sotto la direzione di Salomon von Rothschild, la banca viennese fu un grande successo, giocando un ruolo fondamentale nello sviluppo dell'economia austriaca. In riconoscimento dei suoi servizi, nel 1822 Salomon Mayer Rothschild fu reso parte della nobiltà austriaca quando l'Imperatore Francesco I gli conferì il titolo ereditario di "Freiherr" (Barone). Nel 1843, diventò il primo ebreo ad aver ottenuto la cittadinaza onoraria austriaca[senza fonte].

L'endogamia era una parte essenziale della strategia della famiglia Rothschild per il futuro successo, al fine di garantire che il controllo delle loro attività rimanesse nelle mani della famiglia. Pertanto, nel 1824, la figlia di Salomon Mayer Rothschild, Betty, sposò suo zio James Mayer de Rothschild, capo della banca di Parigi.

Il patrimonio personale di Salomon von Rothschild, era enorme e egli acquistò vaste proprietà e realizzò investimenti nell'arte e antichità. Nonostante il fatto che egli apportato contributi sostanziali alla causa filantropica, la concentrazione della grande ricchezza da parte dei pochi membri dell'elite austriaca portò ad una crescente inquietudine civile del paese. Dal tempo delle delle rivoluzioni del 1848 nelle aree degli Asburgo, i sentimenti anti-Rothschild erano frequentemente manifestati e scritto in manifesti come Ein offener Brief an Rothschild. Con la cadita di Metternich, Salomon von Rothschild perso parte del suo peso politico e la sua banca una notevole quantità di denaro. Sotto pressione, il settantaquattrenne Salomon consegnò le redini della banca a suo figlio Anselm, ma non fu senza rancore. Lasciò Vienna e si ritirò a Parigi dove morì nel 1855. Dalla sua collezione alcuni Objets d'Art del rinascimento francese e italiano insieme ad opere del XVIII secolo furono donate al Louvre incluso due dipinti di Carlo Dolci.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 30292938 LCCN: no89014199