Salmonella enterica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Salmonella enterica
Salmonella enterica serovar typhimurium 01.jpg
Colonie di S. enterica di ceppo Typhi
Classificazione scientifica
Dominio Prokaryota
Regno Bacteria
Phylum Proteobacteria
Classe Proteobacteria Gamma
Ordine Enterobacteriales
Famiglia Enterobacteriaceae
Genere Salmonella
Specie S. enterica
Nomenclatura binomiale
Salmonella enterica
Kauffmann & Edwards, 1987
Sinonimi

Salmonella typhi,
Salmonella typhimurium

La salmonella enterica è un batterio gram-negativo, flagellato, a forma di bastoncello che appartiene al genere delle Salmonelle.

Sierotipi[modifica | modifica sorgente]

Della salmonella enterica sono stati classificati quasi 2000 sierotipi o ceppi. Il sierotipo Typhi della Salmonella enterica (storicamente classificata come specie dal nome Salmonella Typhi) è l'agente eziologico della febbre tifoide. Altri serovar come il Typhimurium (conosciuta anche come Salmonella Typhimurium), possono portare a diverse forme di gastroenterite nell'uomo a cui ci si riferisce generalmente con il nome di salmonellosi. Il serovar Choleraesuis provoca enteriti e setticemie nei suini.

La sequenza genomica dei ceppi Typhi e Typhimurium LT2 è già completamente descritta ed è stato analizzato anche il proteoma della S. Typhimurium LT2 in differenti ambienti di sviluppo.

Salmonella typhi[modifica | modifica sorgente]

La Salmonella typhi è un serovar della Salmonella enterica (comunemente conosciuta con il nome di Salmonella choleraesuis) ed è responsabile della febbre tifoide. Questo microrganismo può essere trasmesso per via oro-fecale, viene quindi espulso con le feci umane e può contaminare acque, cibi, o con il contatto diretto con una persona affetta, in caso di una scarsa igiene personale.

La Salmonella typhi possiede tre importanti fattori antigenici: il fattore O, o antigene somatico; il fattore Vi, o fattore capsulare; e il fattore H, o antigene flagellare.

Epidemiologia[modifica | modifica sorgente]

Molti casi di salmonellosi sono causati da cibo infettato da Salmonella enterica, che spesso infetta bovini e pollame, insieme ad alcuni animali domestici, tra cui i gatti e i criceti, che si sono dimostrati portatori di tale infezione nei confronti degli uomini. Tuttavia alcune ricerche nei sacchetti degli aspirapolvere hanno dimostrato che i gatti domestici hanno un ruolo come riserva di batteri; questo risulta più probabile se chi ha contatti con il gatto ha contatti con possibili fonti di infezioni come nel caso di chi lavora con capi bovini o chi lavora in cliniche veterinarie.

Il pollame ruspante e le uova di oca possono contenere batteri di Salmonella enterica, principalmente nell'albume, anche se non tutte le uova sono infettate. Durante la maturazione delle uova a temperatura ambiente tuttavia, il batterio può provocare la rottura della membrana del tuorlo e invaderne così il contenuto. La refrigerazione e il congelamento non uccidono completamente i batteri ma sostanzalmente ne rallentano o ne alterano la crescita. La pastorizzazione (riscaldamento ad una specifica temperatura) e l'irradiamento, sono tecniche utilizzate dalle ditte di prodotti alimentari per eliminare il batterio dai cibi che contengono come ingrediente uova fresche come nel caso dei gelati. I cibi preparati in casa con uova fresche come la maionese, alcune torte e i biscotti possono portare e diffondere il batterio della Salmonella se non vengono correttamente cotti.

Per quanto concerne la Salmonella typhi, essendo questa trasmessa principalmente attraverso l'acqua, si è ottenuta un efficace prevenzione depurando le acque destinate ad essere potabili, con opportuni metodi di filtrazione ed il trattamento con il cloro. Nei paesi più sviluppati questo tipo di Salmonelle sono infatti meno diffuse, grazie appunto alla depurazione delle acque. Non scordiamo che la Salmonella typhi è anche uno dei patogeni con diffusione esclusivamente umana.

Batteri nello spazio[modifica | modifica sorgente]

Il 25 settembre 2007, Cheryl Nickerson del centro di malattie infettive e vaccini della Arizona State University, affermò che nello spazio il batterio della Salmonella typhimurium (contenuta in una apposita scorta di cibo durante la missione spaziale STS-115 nel settembre del 2006) aveva cambiato l'espressione di 167 geni (regolati dalla proteina Hfq). Divenne tre volte più virulento rispetto al batterio terrestre.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

microbiologia Portale Microbiologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di microbiologia